I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Quelli che i numeri non dicono
Commercio, il settore moda detta la strada dell'innovazione

La tecnologia non è il nemico, ma un potenziale alleato: è da questo assunto che deve ripartire - e in realtà, sembra che lo stia facendo - il comparto della moda, sia a livello nazionale che mondiale. Dopo anni passati a cercare di contrastare gli sviluppi dell'eCommerce, oggi infatti anche i punti vendita fisici stanno comprendendo l'importanza di adottare il digitale e la tecnologia, offrendo nuovi servizi ai consumatori.

Anche Macy's alle prese con i cali. Secondo gli analisti, il comparto fashion è quello che sta investendo con maggior convinzione nell’ideazione di nuovi format di negozio, puntando su aggettivi tipicamente del Web, come "connesso, veloce, interattivo, esperienziale", che dovrebbero essere sperimentati soprattutto in occasione delle prossime (e ormai vicine) feste di Natale. A fare da apripista dovrebbe essere addirittura Macy’s, storica catena americana che sta pagando dazio alla crescita dello shopping digitale.

Nuovi negozi fisici. L'obiettivo di Macy's è dare una netta inversione di tendenza ai propri bilanci, che hanno infranto il record negativo di undici trimestri consecutivi chiusi con conti in calo, come rivelato da una ricerca di Credit Suisse; il primo effetto diretto sarà la chiusura, in tutto il 2017, di 8600 punti vendita di questo department store (a seguito dei duemila chiusi lo scorso anno), dovuti anche alla diffusione dell'eCommerce negli Stati Uniti.

L'eCommerce di moda in Italia. Anche in Italia il settore della moda online è in continua e forte crescita: come rivelato dall'ultima analisi di Netcomm, le vendite via Web di prodotti come abbigliamento, scarpe e accessori dovrebbero chiudere l'anno con un incremento vicino al 30 per cento rispetto ai dati dello scorso anno, raggiungendo quota 2,5 miliardi di euro di valore e imponendosi ancora una volta come uno dei settori più in salute nell'ambito dei carrelli digitali degli italiani.

Crescono gli acquisti di lusso e premium. Come evidenziato dalla ricerca, la moda cresce nel suo complesso, e dunque non solo nel segmento "mass", ovvero quello dei prodotti più accessibili, ma anche negli ambiti specifici del lusso e degli accessori premium: una ulteriore conferma di come ormai gli italiani si rivolgano ai siti Web anche per acquistare prodotti di marche note e griffe famose arriva dalla diffusione di siti come www.prodottidiclasse.it, outlet online di brand come Timberland, Trussardi Jeans o Versace Jeans.

Ancora poca incidenza sulle vendite totali. Numeri e modelli incoraggianti, ma che non sono ancora sufficienti a considerare pienamente maturo il settore della moda online in Italia: è ancora Netcomm a rivelare che, in base alle previsioni, anche nel 2025 l'eCommerce non riuscirà a "sfondare" il tetto del 15 per cento rispetto al totale complessivo delle vendite di abbigliamento e affini. Come si diceva prima, dunque, ai retailer tradizionali spetta il compito di "gestire" il rimante 85 per cento, provando a cambiar rotta rispetto ai cali di accesso degli ultimi anni (meno 2,7 per cento soltanto nell'ultimo anno).

Unire offline e online. Torna dunque centrale il tema degli effetti delle vendite online sul commercio tradizionale, e ancor di più la capacità delle aziende attive nel settore moda di reagire e intercettare le nuove esigenze della clientela: i modelli di business stanno cambiando rapidamente e, secondo gli esperti, anche nel mondo fashion si profila un mercato tutto all'insegna del comportamento omnicanale, che impone alle insegne di progettare nuove e più efficaci soluzioni ibride online-offline, che si integrino al meglio con il digitale.

Commenti
    Tags:
    commercioecommerceshopping digitalecredit suisse
    in evidenza
    House of Gucci, guarda il trailer Jared Leto irriconoscibile. FOTO

    Lady Gaga guida un cast stellare

    House of Gucci, guarda il trailer
    Jared Leto irriconoscibile. FOTO

    i più visti
    in vetrina
    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


    casa, immobiliare
    motori
    BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

    BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.