I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Quelli che i numeri non dicono
Il trading online in Italia

Si sente spesso parlare del fatto che un numero crescente di italiani si sia avvicinato al mondo del trading online, o che desideri farlo. Cerchiamo di capire quali sono in realtà i numeri del trading online in Italia, considerando anche ciò che è avvenuto nel periodo della pandemia da coronavirus, e in particolare in seguito ai diversi lock down che si sono verificati nel corso del 2020. È importante infatti considerare che nonostante le risorse per il trading online siano disponibili in Italia, e nel mondo, ormai da diversi anni, ci sono però fattori esterni che spingono molti soggetti a interessarsi a questo tipo di speculazioni.

Come accedere al trading online

Partiamo dal chiarire che dedicarsi al trading online è molto facile. Non è semplice ottenere una remunerazione, anzi i rischi di perdere parte di quanto investito sono decisamente molto elevati. Se però si desidera cercare di capire come funzionano le speculazioni in rete, allora sono sufficienti alcune manciate di minuti per attivare un account e verificare gli investimenti disponibili. Siti come Broker-forex.it forniscono tutte le informazioni necessarie, comprensive anche di indicazioni sui principali broker disponibili per il cliente italiano.

L’utilizzo di internet

Importante è anche precisare che buona parte delle risorse oggi disponibili grazie a Internet sono particolarmente interessanti per il pubblico italiano solo a partire da qualche anno fa. Questo perché l’ampia diffusione dell’utilizzo degli smartphone e della disponibilità di internet a banda larga ha consentito anche nel nostro Paese un allargarsi del pubblico in grado di fruire di queste possibilità. Il Global Digital Report 2021 di We Are Social indica infatti che oltre 50 milioni di italiani usano correntemente internet, ogni giorno; si tratta di oltre l’83% della popolazione. Considerando l’intera popolazione oltre il 67% è attivo sui social, con una media di 6 ore e 22 minuti al giorno utilizzati in rete, se si considera l’intera popolazione di età compresa tra i 12 e i 64 anni. Proprio questa diffusione di internet in Italia, che è stata particolarmente importante negli ultimi anni, ha consentito di aumentare la media di chi usa la rete per fare acquisti, di chi legge news e informazioni online e anche di coloro che hanno la possibilità di accedere al trading online.

Quanti italiani investono online

Il concetto di investimento online è qui da considerare in senso lato; in rete è possibile acquistare titoli azionari, usare strumenti per le speculazioni con prodotti finanziari derivati o anche acquistare quote di fondi di investimento. Se si considera esclusivamente il trading online con gli strumenti derivati, l’interesse ha mostrato una vera e propria impennata nel corso degli ultimi 5 anni in Italia. Secondo un’analisi effettuata dalla Consob nel 2019 in Italia erano oltre due milioni le persone che si dedicavano agli investimenti online, di qualsiasi genere. In seguito alla pandemia da coronavirus questi numeri sono aumentati in maniera importante, anche se è bene fare dei distinguo. Sempre guardando alla ricerca della Consob, nei fatti sugli oltre due milioni di italiani che investono online, solo poco più del 10% lo fa in modo assiduo e continuativo. Post pandemia questa cifra è risalita, soprattutto nel periodo posteriore al primo lock down.

Perché si investe durante una pandemia

Non è possibile considerare tutte le motivazioni che hanno spinto gli italiani ad avvicinarsi agli investimenti online proprio durante un periodo di preoccupazione, correlato a una pandemia a livello globale. Certo è che in seguito alle restrizioni volute dai governi di tutta Europa una lunga serie di attività è stata praticamente vietata. Molte persone sono state messe in cassa integrazione per un buon periodo di tempo, altre hanno potuto apprezzare lo smart working, realtà del tutto nuova in Italia. Allo stesso tempo il tempo libero si è svuotato di tutte le sue opzioni: impossibile dedicarsi allo sport in palestra o in piscina, viaggiare, incontrare amici e parenti, recarsi a vedere una mostra, un museo o anche semplicemente al cinema. Questa realtà ha portato un ampio numero di persone che di fatto aveva moltissimo tempo libero, con solo internet o il televisore come compagni di “sventura”. Appare abbastanza chiaro come chi già stava valutando di avvicinarsi al trading online abbia trovato tutto il tempo per farlo. Allo stesso modo chi non conosceva questo settore degli investimenti ha probabilmente potuto apprezzare pubblicità e news sull’argomento.

Come investono gli italiani nel 2021

Ci troviamo oggi in un periodo particolare, dal punto di vista sia storico che economico. Insieme al trend positivo per i broker online si è verificata un’ondata di interesse da parte di soggetti che non necessariamente avevano già valutato questo tipo di speculazione. I numeri che riguardano l’offerta di broker in Italia e le somme coinvolte mostrano un costante aumento nel corso del 2020, a partire dalla seconda metà dell’anno, e del 2021. Nonostante questo sempre le ricerche della Consob dimostrano che il 67% degli investitori italiani continua a prediligere strumenti di investimento tradizionali, come ad esempio i fondi comuni o i titoli azionari.

 

 

Iscriviti alla newsletter
Tags:
tradingtrading online
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


casa, immobiliare
motori
ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna

ŠKODA KAROQ: il SUV boemo di grande successo si aggiorna


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.