I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Quelli che i numeri non dicono
Lavoro freelance: come farsi conoscere e come scegliere un esperto del settore
Freelance

Attualmente, giovani ed aziende si cercano a vicenda per affidarsi rispettivi lavori. Se la pandemia di Covid-19 ha messo in ginocchio il mondo del lavoro, per fortuna lo smartworking - la modalità di esecuzione del rapporto di lavoro costituito dall’assenza di vincoli orari o spaziali e un’organizzazione per fasi, cicli e obiettivi (definita mediante accordo tra dipendente e datore di lavoro) - ha permesso a molti lavoratori di conciliare il proprio tempo e di favorire la crescita della produttività nel nostro paese. Di recente, infatti, il lavoro da remoto è entrato nella vita di molte persone.

Se si desidera far conoscere le proprie competenze in modo da trovare un lavoro, o al contrario, se si è alla ricerca di esperti da inserire nella propria azienda, online si possono trovare diverse piattaforme che mettono in contatto il datore di lavoro con il lavoratore freelance, e viceversa.

Dati in aumento

Negli Stati Uniti il 34% della forza lavoro è rappresentata da freelancer. In Europa, i freelancer sono la categoria di lavoratori a maggior tasso di crescita dall'anno 2013 (+45%). Diverso è il discorso per il nostro paese, in Italia la percentuale di lavoratori freelance è del 21%.

Alcuni studi di ricerca prospettano che il numero di liberi professionisti entro il 2027 supererà quello dei lavoratori dipendenti negli Stati Uniti. Secondo diverse fonti, i freelancer rappresenterebbero addirittura il modello del lavoratore medio nel nuovo millennio. La loro flessibilità e prontezza li renderebbe più propizi a scenari professionali particolarmente incerti e complessi.

Dal rapporto annuale Istat, secondo cui la percentuale di chi lavora da casa sta aumentando sempre più, sono oltre 4 milioni i lavoratori italiani in smart working, 3 milioni in più rispetto al 2019.

Lo smart working potrebbe coinvolgere circa 8,2 milioni di lavoratori italiani.

La percentuale è addirittura passata dal 12,6% di marzo al 18,5% di aprile. Secondo l’Istituto di statistica, inoltre, i 4 milioni potrebbero raddoppiare. Aziende, società e Pubbliche Amministrazioni, avevano già adottato forme di lavoro agile per garantire lo sviluppo costante dell'economia. Ciò nonostante, il concetto di lavoro agile e smart working resta ancora poco riconosciuto dagli esperti.

Sulle pagine di economia, in Italia 1/3 dei laureati è senza lavoro per un totale di 12,5 milioni di persone. Si tratta principalmente di giovani tra i 15 e i 34 anni e rappresentano il 20,7% della popolazione, soprattutto il futuro del nostro paese.

In soli 10 anni - stando a quanto emerge dai report - i contratti a tempo indeterminato sono calati dal 61,4% al 52,7% mentre il livello d’istruzione dei giovani lavoratori è cresciuto sensibilmente. Questo per dire che, nell’ultimo decennio, nonostante i dati di freelancer siano notevolmente in crescita, tante persone hanno difficoltà a trovare lavoro.

Laureati o liberi esperti sono senza occupazione e se prendiamo come riferimento 1,7 milioni di giovani trentenni, il 19,5% di questi è senza lavoro, un altro 19% fa un lavoro per cui il titolo di laurea non è necessario ed il restante 61,5% lavora riuscendo a sfruttare il proprio titolo di studio.

È pur vero, però, che i tempi moderni hanno concepito ottiche decisamente differenti e intelligenti, come la community di Freelanceboard: completa di esperti, ove un ente può selezionare chi - secondo il profilo e i requisiti - si adatta a quel lavoro specifico.

I vantaggi per i freelancer e le aziende

Statistiche rilevanti internazionali, apportate da ricercatori statunitensi hanno dedotto che la maggior parte di chi decide di lavorare come freelancer lo fa per scelta e non per necessità.

Le pratiche di lavoro a distanza offrono vantaggi su vari piani, specie in situazioni di emergenza e - come già accennato - il Coronavirus ne è un grande esempio. Tante sono le realtà imprenditoriali che hanno adottato questo modalità lavorativa, senza rinunciare in alcun modo alle proprie attività proficue.

Altro fattore importante è che il professionista è libero di gestire il proprio tempo e lavorare, liberamente, in smart working.

Per chi si è appena laureato o ha appena concluso un master, conoscere una realtà come quella di www.freelanceboard.it può essere sicuramente di aiuto. Freelanceboard è una piattaforma italiana per aziende e liberi professionisti che aiuta a trovare i freelancer specializzati del settore e a mettere in contatto lavoratori ed aziende.

Piattaforme per freelancer ed aziende: cos’è Freelanceboard?

Su Freelanceboard è possibile sviluppare diversi progetti innovativi ed in contemporanea seguire le proprie ambizioni da libero professionista.

La community del portale è giovane, specializzata e con tanta voglia di fare. Offre diverse opportunità per qualsiasi tipo di freelancer, che si tratti di un ingegnere informatico, un webmaster, un social media manager o qualsiasi altro tipo di professionista.

Questo portale adotta orari di lavoro flessibili e sarà compito delle aziende scegliere a chi affidare i propri lavori.

Per poter creare un profilo interessante su Freelanceboard, in modo da attirare l’attenzione  delle aziende, bisognerebbe impostarlo in modo professione e trasparente e argomentare le proprie competenze.

Piattaforme di questo genere facilitano la scelta, in quanto effettuano una selezione qualitativa e quantitativa, e aiutano ad individuare un professionista autonomo con cui collaborare per un progetto duraturo nel tempo o per un determinato periodo. E’ possibile creare un profilo da freelance ed adattarlo in base alle proprie necessità.

Mentre per chi è alla ricerca di esperti a cui affidare i propri progetti, su simili piattaforme è possibile individuare figure qualificate in diversi ambiti come: marketing, fotografia, ingegneria, web design, copywriting, adverti-sing e in generale i lavori del mondo digitale

Scegliere il giusto profilo del freelance per le varie richieste professionali è un processo molto semplice in quanto i freelancer sono classificati in base alle loro qualifiche e per area geografica.

Freelanceboard.it è un appoggio stabile che permette di aiutare nella ricerca di freelance specializzati in diversi settori. Si tratta di una piattaforma semplice ed intuitiva che si apre ad ogni esigenza, sia personale che aziendale.

Piattaforme come Freelanceboard possiedono centinaia di professionisti iscritti, pronti a soddisfare le richieste dei clienti e delle aziende. 

Loading...
Commenti
    Tags:
    freelancelavoro
    Loading...
    in evidenza
    Royal family, Megan rivela "Ho avuto un aborto spontaneo"

    "Basta con i tabù"

    Royal family, Megan rivela
    "Ho avuto un aborto spontaneo"

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 5, Gregoraci e non solo: i 4 Vipponi e Vippone verso l'addio

    Grande Fratello Vip 5, Gregoraci e non solo: i 4 Vipponi e Vippone verso l'addio


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Opel Grandland X, nuovi allestimenti per il MY 2021

    Opel Grandland X, nuovi allestimenti per il MY 2021


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.