I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Quelli che i numeri non dicono

Pezzi di recupero e materiali second hand possono rappresentare delle ottime risorse per l'arredamento: che si tratti di pallet, di metallo, di vetro o di legno, le opzioni a disposizione sono molteplici, per un connubio perfetto tra sostenibilità e design che da un lato serve a ispirare creazioni inedite e dall'altro lato va a vantaggio dell'ambiente. Che si parli di upcycling o di economia circolare, il concetto è sempre lo stesso: si parla di un modo di concepire il consumo - e ancora prima la produzione - orientato verso un avvenire improntato alla sostenibilità. I materiali dismessi non devono più essere destinati alla discarica, mentre gli scarti si possono trasformare in risorse: anzi, diventano oggetti che mantengono una straordinaria utilità, anche se magari con una funzione differente rispetto a quella che era stata concepita con la progettazione originale.

L'economia circolare nella quotidianità

Risulta importante, perciò, fare sì che l'economia circolare possa entrare a far parte della quotidianità di ognuno di noi e delle scelte della vita di tutti i giorni. Si potrebbe pensare, per esempio, di ricorrere a prodotti sostenibili sia nelle filiere alimentari - e questa è già una consuetudine per molti - che nel settore dell'arredamento. Il compito dei designer e degli artigiani più creativi deve essere quello di imparare a sfruttare pezzi recuperati e materiali riciclati, affinché vengano trasformati in modo appropriato e diventino strumenti nuovi con cui arredare. La tutela dell'ambiente si sposa con la necessità di contenere ed evitare gli sprechi, dunque.

Zero Waste di Fontanot

In questo scenario si inserisce la proposta di Fontanot, che da qualche mese ha presentato Zero Waste, una guida che permette di trasformare le casse di imballaggio originali per farle diventare dei veri e propri oggetti di design. Il brand, che rappresenta un marchio leader a livello italiano e internazionale nel campo delle scale di design, ha lanciato il progetto in un'ottica di sostenibilità. Il riutilizzo dei materiali e la promozione di un design responsabile sono stati le basi del concorso che è stato vinto da un tavolo funzionale, denominato Mesa Funcional, che è stato messo a punto da Matìas Schumacher. Questo elemento di arredo si presenta come un tavolo regolabile pensato per ambienti interni che, in caso di necessità, può venire impiegato come tavolo fai da te.

Il riciclo delle casse di imballaggio

Il concorso ha messo in luce anche le qualità di altre proposte: è il caso, per esempio, di una casetta da giardino in legno chiamata Fienile, pensata per far divertire i bambini e i cani, ma anche di una panchina multifunzionale di nome Be Ecool grazie a cui è possibile non solo riposarsi e sedersi, ma anche parcheggiare la bici. Schumacher si è aggiudicato un premio di mille euro e ha ottenuto la possibilità di visitare gli stabilimenti di Fontanot in Romagna, così da poter osservare in prima persona il processo produttivo che viene adottato dall'azienda.

Il valore della progettazione ecologica

Fontanot da tempo vuole stimolare l'adesione al movimento DIY, e lo dimostra anche la pubblicazione di una guida descrittiva che include i mobili più originali, al cui interno sono illustrati con chiarezza e precisione gli step che devono essere seguiti per l'imballaggio dei mobili stessi. Essi possono essere ottenuti dal legno che compone le scatole di imballaggio: è sufficiente avere un minimo di esperienza nel fai da te per realizzarli. I kit per le ringhiere e per le scale che vengono spediti da Fontanot sono, appunto, consegnati all'interno di scatole di legno: si tratta di casse in compensato e abete rosso di 113 x 95 x 58 centimetri. Vale la pena, dunque, di riciclare tutto questo legno di qualità, ricordando che si tratta di un materiale che può essere riutilizzato in tanti modi. Non un rifiuto da buttare, insomma, ma un'occasione per ottenere un risparmio economico e per limitare l'impatto della produzione dal punto di vista ambientale. Fontanot abbraccia il fai da te, dunque. 

 

Commenti
    Tags:
    plastic freezero wastedesign
    in evidenza
    House of Gucci, guarda il trailer Jared Leto irriconoscibile. FOTO

    Lady Gaga guida un cast stellare

    House of Gucci, guarda il trailer
    Jared Leto irriconoscibile. FOTO

    i più visti
    in vetrina
    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


    casa, immobiliare
    motori
    BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

    BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.