I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lo sguardo Rosa
Combattere lo stress con Frutta e verdura

Troppo stress? Potrebbe bastare un piatto di insalata per gestirlo meglio. Una ricerca australiana, infatti, aggiunge un nuovo tassello ai già noti benefici di frutta e verdura sul benessere mentale e fisico, dimostrando che adottare una dieta sana sia utile anche per ridurre lo «stress percepito».

Lo studio, condotto dalla Edith Cowan University, in Australia, ha preso in esame le abitudini alimentari di più di 8.600 persone tra i 25 e i 91 anni. Dai risultati è emerso che nelle persone che in quelle assumevano ogni giorno almeno 470 grammi di frutta e verdura, il livello di stress era inferiore del 10% rispetto a chi ne consumava meno della metà. Secondo i ricercatori, la chiave potrebbe risiedere nei preziosi nutrienti contenuti in questi alimenti. Vitamine, minerali, flavonoidi e carotenoidi, infatti, possono ridurre le infiammazioni e avere proprietà antiossidanti, importanti per contrastare anche fattori fisiologici che determinano l’abbassamento dell’umore e l’aumento di stress e ansia.

Sebbene capiti di vivere episodi di tensione e affaticamento mentale, è bene non sottovalutarne le conseguenze a medio e lungo termine sulla salute, ad esempio problematiche cardiache o respiratorie, danni al sistema immunitario e mal di testa.

I risultati dell’indagine si allineano alle indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), che consiglia di assumere quotidianamente 5 porzioni di frutta e verdura (escluse patate e succhi di frutta), per un totale di almeno 400 grammi.

Questo quantitativo potrebbe giocare un ruolo significativo nel prevenire lo sviluppo di alcune malattie croniche, come quelle di tipo cardiaco, ma anche cancro e diabete. Una carenza nell’assunzione di frutta, verdura e dei loro nutrienti, sarebbe inoltre la causa di circa il 14% dei decessi globali per tumore gastrointestinale, e del 9% delle morti per infarto. 

A sostegno di questi risultati è arrivato anche uno studio statunitense pubblicato su Circulation, che ha esaminato la dieta di più di 60 mila soggetti, evidenziando proprio come una minore mortalità fosse associata all’assunzione quotidiana di almeno 5 porzioni di vegetali e frutta.Nonostante le evidenze, però, a livello globale si fatica ancora a consumare questi alimenti nei giusti quantitativi, e infatti si stima che ne vengano assunti solo due terzi delle razioni raccomandate.

Ma, nella pratica, a cosa corrispondono 470 grammi di frutta e verdura?

Si potrebbe ipotizzare così: un frutto a colazione, uno a merenda, e un contorno di verdura sia a pranzo che a cena. Una mela, una banana o una manciata di frutti rossi, infatti, corrispondono a circa 150 grammi, mentre una porzione di verdure (indicativamente metà piatto) può arrivare a circa 200 grammi.

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    stress
    in evidenza
    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    Corporate - Il giornale delle imprese

    La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

    i più visti
    in vetrina
    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"

    CDP, approvato Piano Strategico. Gorno Tempini: "Occasione senza precedenti"


    casa, immobiliare
    motori
    Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT

    Toyota svela la nuova Yaris GR SPORT


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.