I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lo sguardo Rosa
Come migliorare la sostenibilità ambientale

La parola magica è «economia circolare»: concetto talmente ampio da travalicare l’ambito dei rifiuti, la cui corretta gestione ne rappresenta solo un tassello.

Per quanto se ne possa leggere, economia circolare non significa infatti unicamente riciclo dei rifiuti, bensì una filosofia orientata a un nuovo modello di economia, dove si parli di servizi più che di prodotti, si dematerializzi quanto possibile, si condividano oggetti e strumenti. Il tutto in un’ottica che traguardi una reale diminuzione degli impatti ambientali. La gestione dei rifiuti non può quindi che rappresentare un supporto, un pilastro, sebbene fondamentale, di questo paradigma. Un pilastro da solo, però, non può sorreggere una struttura.

Per quanto riguarda il settore dei rifiuti, il suo fascino è legato al fatto di estendersi dal cittadino, che con le sue scelte di consumo e di corretto conferimento determina quantitativi e tipologie di materiali che entrano nel complesso sistema di gestione, fino agli impianti di smaltimento finale, che tanti mal di pancia generano ai cittadini stessi e alla classe politica che li rappresenta.

Cosa possiamo fare? 

Quello che possiamo fare per migliorare è impegnarci sul fronte della prevenzione, privilegiando acquisti di prodotti sfusi, o scegliendo il materiale in cui sono confezionati (plastica, vetro, alluminio, poliaccoppiato) e infine differenziando con cura i rifiuti secondo le indicazioni, non sempre del tutto corrette, riportate sugli imballaggi.

Ma possiamo anche seguire le ondate emotive del momento, che passano dalla demonizzazione tout-court della plastica al grido di «plastic free», alla paura del biogas, fino alla sempreverde idiosincrasia per gli impianti di recupero energetico del rifiuto residuo (alias inceneritori), dove finisce anche una buona metà delle plastiche miste che separiamo con la differenziata.

E meno male, visto che le alternative sarebbero la discarica, il trasferimento in non meglio precisate località estere o il rogo più o meno doloso. Siamo al paradosso che in talune regioni d’Italia i diversi flussi di materiali separati da scrupolosi cittadini non trovano sbocchi per il loro trattamento, a causa delle battaglie degli stessi cittadini. Con gioia per gli autotrasportatori, che muovono ingenti quantità di rifiuti, rigorosamente su gomma, verso altre regioni o nazioni straniere.

E poi arriva la pandemia e la forzata chiusura in casa che ha indotto qualcuno (me compreso, ndr) a calcolare per due mesi la produzione di rifiuti del nucleo famigliare, per scoprire che i 100 kg all’anno a testa sono un traguardo non così irraggiungibile rispetto a un dato medio nazionale poco sotto ai 500. E questo paradossalmente anche grazie alla plastica e alla sua leggerezza: che apre tuttavia altri problemi, come la facilità di dispersione dell’ambiente.

Proprio per questo, delle mascherine e dei guanti monouso non preoccupa la capacità del sistema impiantistico di gestirle, bensì il rischio concreto di abbandono nell’ambiente: per incuria o per la propensione di questi manufatti così evanescenti a essere trascinati via dal primo refolo d’aria

Loading...
Commenti
    Tags:
    rifiutisostenibilità
    Loading...
    in evidenza
    Da Commisso a Friedkin e Elliot I nuovi padroni del calcio

    Economia

    Da Commisso a Friedkin e Elliot
    I nuovi padroni del calcio

    i più visti
    in vetrina
    Meteo, addio estate: arriva ciclone autunnale con NEVE-PREVISIONI CHOC

    Meteo, addio estate: arriva ciclone autunnale con NEVE-PREVISIONI CHOC


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    WRC, Rally di Turchia, La C3 R5 di Bulacia vince tra le WRC3

    WRC, Rally di Turchia, La C3 R5 di Bulacia vince tra le WRC3


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.