I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lo sguardo Rosa
Realtà aumentata: Le migliori App

L’immaginazione al potere è già un business miliardario. Il motto del Sessantotto non c’entra in questa storia, mentre qualche analogia si potrebbe trovare con l’omonimo capolavoro di fantascienza di Clifford Simak che nel 1970 immaginò un mondo dove realtà e fantasia si univano in un connubio a volte spaventoso.

Stavolta il potere della fantasia è quello della realtà aumentata, una variante della realtà virtuale che permette di unire l’invisibile al visibile e, grazie a un terzo occhio tecnologico, aggiungere oggetti invisibili ai paesaggi, correre indietro nel tempo, fare salti nel futuro, incontrare a casa propria personaggi inventati o reali. Ma anche più semplicemente, indossare vestiti, guidare auto, arredare case guardare il cielo stellato da più prospettive.

L’«augmented reality» valeva 15 miliardi di dollari nel 2018, potrebbe arrivare nel 2023 a 160 miliardi, stima Gartner E senza contare l’effetto Covid

Le stime

Secondo gli analisti di Gartner, nel 2018 il giro di affari nel mondo è stato di oltre 15 miliardi di dollari che potrebbero diventare 160 nel 2023, anche se le stime non hanno preso in considerazione l’allarme Covid-19 e dunque il moltiplicarsi di situazioni dove la virtualità ha un ruolo fondamentale.

Positive anche le previsioni di Idc sulla vendita dei visori (caschi stereoscopici e altro) che dovrebbero passare dai 20 milioni di unità del 2019 ai 68,9 milioni nel 2022, con un tasso di crescita annuale del 52,5%.

Secondo alcuni studi della Northwestern University e del Massachusetts Institute of Technology, la realtà aumentata non sostituirà il lavoro e soprattutto l’attività commerciale, ma la completerà. Un cliente di un negozio di scarpe già oggi può provare in anteprima un paio di scarpe utilizzando un’app gratuita — si chiama Wanna Kicks — con la quale scegliere decine di modelli delle maggiori marche e poi, inquadrando con la videocamera del telefono i piedi, calzarle in modo virtuale.

Se poi serve un’app di Ar (Augmented reality, la realtà aumentata appunto) dedicata all’arredamento commerciale, la nuova Ikea Place consente di fare entrare nelle case e negli uffici qualsiasi mobile del catalogo Ikea che si materializza, seppure virtualmente, in qualsiasi stanza di casa o d’ufficio. In un futuro molto prossimo la realtà aumentata vorrà dire ologrammi che, in stile Guerre Stellari o Star Trek, riempiranno il mondo di oggetti virtuali. Così software come Hermes Virtual Tour, che oggi ci mostrano i segreti nascosti di molte opere d’arte e il loro aspetto nel passato, creeranno ologrammi così vividi da essere confusi con il reale.

Auto e occhiali

Molte case automobilistiche stanno perfezionando i loro sistemi di realtà aumentata che già oggi proiettano sul parabrezza delle auto le principali informazioni di viaggio e soprattutto di navigazione. Ma tra qualche anno sarà il parabrezza stesso a trasformarsi in un visore di realtà aumentata per mostrare qualsiasi dettaglio e persino inferire, con algoritmi di intelligenza artificiale, il possibile arrivo di altre auto o di pedoni: questi saranno visualizzati in anteprima o comunicati al sistema operativo dell’auto che, autonomamente, cercherà di evitare il pericolo.

Apple, Google, Samsung, Microsoft e Facebook si sono già tuffati nel meraviglioso mondo del virtualreale. Sono allo studio nuovi occhiali (e anche lenti a contatto) per avere un’esperienza virtuale sempre più reale. E allora non ci sarà più bisogno di afferrare lo smartphone per Usare TapMeasure, un metro virtuale che può misurare ogni oggetto.

Mentre Star Walk 2 e Solar ci sveleranno i segreti delle costellazioni e del sistema solare con uno sguardo verso il firmamento. Anche i principali musei, tra i quali la Galleria degli Uffizi, stanno studiando sistemi di realtà aumentata per entrare nei capolavori e camminare, per esempio, nei paesaggi di Leonardo e Michelangelo, nei sublimi colori di Vincent van Gogh e tra le fantasie di Kandinskij o di Mirò. Smentiti clamorosamente quei guru dell’hi-tech o presunti tali che avevano pronosticato un fallimento della realtà aumentata e virtuale nell’universo dei videogame.

Pokémon Gol ha fatto impazzire milioni di ragazzini a caccia dei cartoon che si materializzavano in ogni luogo reale dando il via a una raffica di titoli dove il virtuale diventa reale e viceversa.

Per maggiori infomazioni e approfondimenti vi invito a leggere tutte le news di Affariitaliani cliccando qui

Loading...
Commenti
    Tags:
    tecnologia
    Loading...
    in evidenza
    Fico mostra un lato B 'poetico' Ma la mano del fidanzato...

    Belen, Diletta e... Le foto delle Vip

    Fico mostra un lato B 'poetico'
    Ma la mano del fidanzato...

    i più visti
    in vetrina
    Previsioni meteo settimana: Ferragosto rovente, temperature fino a 40°

    Previsioni meteo settimana: Ferragosto rovente, temperature fino a 40°


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Maserati svela la Ghibli e Quattroporte Trofeo, le più veloci di sempre

    Maserati svela la Ghibli e Quattroporte Trofeo, le più veloci di sempre


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.