I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Lo sguardo Rosa
Software crisi impresa: come usarlo per valutare la salute delle aziende

Il d.lgs. 14/2019 ha previsto l’entrata in vigore dal 15 agosto 2020, nel nostro ordinamento, del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, poi prorogata al 1 settembre 2021 come conseguenza dell’applicazione delle iniziative assunte durante la crisi da coronavirus. Un differimento cui si unisce anche quello – già previsto per il 15 febbraio 2021 – per l’entrata in vigore delle misure di alert che dovrebbero permettere l’emersione anticipata della crisi di impresa, permettendo così all’imprenditore di assumere le necessarie contromisure per poter gestire tempestivamente le proprie criticità. Ma con quali effetti?

Gli indicatori per rilevare la crisi

Gli effetti dell’entrata in vigore dei nuovi indicatori della crisi dovrebbero risultare molto attenuati per tutti quegli imprenditori che riusciranno a dotarsi in tempi utili di appositi software di crisi d’impresa, ovvero programmi informativi che permettono una coerente valutazione dello stato di salute di un'impresa, in linea con le normative che troveranno pronta applicazione.

In termini generali, ricordiamo come la bozza originaria del decreto correttivo al Codice della Crisi prevedesse all’art. 51 che gli obblighi di segnalazione provenienti dagli organi di controllo societario o del revisore, e diretto verso l’OCRI, dai creditori qualificati su esposizioni debitorie rilevanti, operassero dal 15 febbraio 2021 per le imprese che negli ultimi due esercizi non avessero superato nessuno dei seguenti limiti:

  1. Attivo patrimoniale o ricavi superiori ai 4 milioni di euro;
  2. Dipendenti impiegati nell’esercizio in misura maggiore di 20 unità.

Tuttavia, il dl. 9/2020 ha stabilito come tale obbligo di segnalazione sia operante solo dal 15 febbraio 2021. Ma perché? Quali sono le state le determinanti che hanno sostenuto questo rinvio nell’entrata in vigore della normativa? E perché conviene comunque farsi trovare pronti già oggi dinanzi a questo scenario?

Le ragioni del rinvio

Le motivazioni alla base del rinvio sono evidenti. In un tessuto socio-economico così duramente provato dalla crisi economica in atto, qualsiasi software per la crisi d’impresa finirebbe con il segnalare degli stati di crisi “straordinari”, poiché indotti dalla particolare congiuntura in atto, senza pertanto che il provvedimento normativo possa fungere da “selettore” tempestivo delle crisi di impresa, e finendo con il sovrappesare le relative segnalazioni.

Da qui la necessità di prevedere un coerente rinvio dell’entrata in vigore, che permetterà alle imprese di dotarsi con la giusta consapevolezza di un software crisi impresa più adatto alle proprie caratteristiche, e impratichirsi un po’ con tali programmi di monitoraggio delle prestazioni aziendali. Ma come funzionano tali software?

L’utilità di un software di crisi d’impresa

Anche se ogni software per la prevenzione della crisi d’impresa ha un diverso funzionamento e diversi livelli di profondità di analisi, un buon programma per la valutazione delle prestazioni aziendali di norma parte dalla situazione contabile o dai bilanci ottenuti dall’azienda, per poter effettuare dei calcoli di indici di allerta, di bilancio e di rating bancario (grazie anche ai dati della Centrali Rischi), per arrivare alla formulazione di una valutazione che risulterà essere stampabile e personalizzabile sulla base delle proprie preferenze ed esigenze.

Attraverso tali software, pertanto, l’imprenditore non solamente potrà rispettare le indicazioni normative di monitoraggio del proprio stato di salute aziendale sulla base dei parametri stabiliti dalla legge, ma potrà contare su una valutazione ancora più attenta e più approfondita, che gli consentirà di orientare le proprie attenzioni per poter intercettare stati di possibile crisi e margini di miglioramento nella gestione del proprio business.

È evidente che, stando a quanto sopra appena riassunto, un software per la crisi di impresa non potrà che caratterizzarsi per alcuni termini di particolare preferenza, come la semplicità di utilizzo, la possibilità di poter integrare la base dati con quella di altre fonti o programmi, la disponibilità di servizi innovativi e di analisi puntuali che potranno essere condivise tra le varie funzioni aziendali, al fine di arrivare alla definizione di una attenta valutazione di business, e degli opportuni correttivi alla propria organizzazione.

Quali vantaggi dai software di crisi d’impresa

A questo punto dovrebbero essere ben chiari e intuibili quali siano i vantaggi derivanti dall’utilizzo del software di crisi di impresa.

Il primo, e forse più importante, è quello legato all’efficienza: è infatti possibile ottenere degli importanti valori aggiunti informativi che, a fronte di una evidente facilità di utilizzo del programma, consentiranno a ogni imprenditore di avere sempre sotto controllo la performance della propria azienda.

Oltre all’efficienza e alla semplicità, è indubbio il benefit legato alla completezza di analisi: questi programmi possono infatti fornire informazioni decisive – per le sorti del proprio business – in relazione al posizionamento in riferimento agli indici di allerta, analisi di bilancio, rating bancari e altre analisi sull’andamento del business aziendale.

Complessivamente, dunque, si tratta di programmi indispensabili per l’orientamento del corretto approccio gestionale da parte del consulente e dell’imprenditore, con un’evoluzione positiva che non mancherà di apportare già nel breve termine degli importantissimi sostegni alle decisioni chiave da assumere in ottica aziendale.

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    softwareaziende
    Loading...
    in evidenza
    Diletta Leotta, sirena in mare Lato B e pose zen... Le foto

    Belen, Fico e... Gallery Vip

    Diletta Leotta, sirena in mare
    Lato B e pose zen... Le foto

    i più visti
    in vetrina
    Previsioni meteo settimana: Ferragosto rovente, temperature fino a 40°

    Previsioni meteo settimana: Ferragosto rovente, temperature fino a 40°


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Maserati svela la Ghibli e Quattroporte Trofeo, le più veloci di sempre

    Maserati svela la Ghibli e Quattroporte Trofeo, le più veloci di sempre


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.