A- A+
Soluzione Tasse
Marchio e Royalties: 2 fantastici strumenti per ridurre le Tasse

In Italia siamo sempre bravi a lamentarci che la tassazione raggiunge picchi elevati, mai visti negli altri paesi europei. Siamo meno bravi, invece, nello sfruttare gli strumenti che la normativa fiscale mette a nostra disposizione per ridurre il peso delle tasse che ricade sulle nostre aziende.

Ogni azienda ha un nome, un marchio: quanti sono gli imprenditori che utilizzano il marchio per pagare meno tasse? Poche, purtroppo. Eppure, il marchio, insieme alle royalties sono due incredibili strumenti di pianificazione fiscale per ridurre il peso delle tasse.

 

Marchio e royalties: cosa sono?

 

Il marchio è il segno distintivo di ogni impresa. Si tratta di un bene immateriale che serve a contraddistinguere prodotti e/o servizi che un’impresa produce o mette in commercio. Il marchio, s'è registrato, rappresenta un utile strumento di pianificazione fiscale che consente anche di risparmiare tasse. 

Chi lo registra, presso l'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, è l'unico soggetto autorizzato all'utilizzo e può cedere la concessione di utilizzo ad altri soggetti attraverso un contratto di licenza. Concedere l’utilizzo del marchio ad un soggetto terzo, che può essere la propria impresa, consente di avere diritto alle c.d. royalties. Le  royalties non sono altro che delle somme di denaro che si ottengono quando viene data la licenza di utilizzo del marchio ad un altro soggetto o società. 

 

2 strumenti, duplice vantaggio: come ottenerlo?

 

Purtroppo, quello che molti non sanno è che, in Italia queste somme di denaro, fanno parte di una categoria di reddito che è parzialmente detassata rispetto, ad esempio, ai normali redditi da lavoro autonomo o da lavoro dipendente. Secondo la normativa fiscale, infatti, questi redditi, sono classificabili come redditi diversi e, come tali, non sono soggette a tassazione contributiva INPS.

Mentre per l’azienda, queste somme di denaro, sono dei costi che può dedurre riducendo l’imponibile fiscale sul quale paga le tasse.

Parliamo di due vantaggi molto importanti per le aziende (e l'imprenditore) che, ad oggi, sono sempre più sommerse da tasse. Per ottenere questi due vantaggi, l'imprenditore deve:

  • prima registrare il marchio, a nome proprio;
  • poi concedere alla propria impresa l’utilizzo esclusivo del marchio;
  • farsi pagare le royalties dall'impresa che sta utilizzando il marchio in maniera esclusiva. 

Attenzione però, il marchio per poter essere usato deve essere registrato correttamente, deve rispettare determinati requisiti:

  • novità, nel senso che non deve esserci già registrato uno simile in Italia.
  • capacità distintiva, nel senso che deve distinguersi dalla concorrenza per evitare di essere indagati per contraffazione.
  • liceità.

Se il marchio non ha carattere distintivo per il brand il tentativo di registrazione può risultare nullo. 

In aggiunta, è opportuno che ci sia un’attenta valutazione per capire l’esatto valore sia del marchio - per scongiurare qualsiasi rischio di annullamento - che delle royalties: non può essere scelta a convenienza fiscale, ma la somma deve essere commisurata al fatturato o alla produzione.


Soluzione Tasse - fondata da Gianluca Massini Rosati - è la società di riferimento per la pianificazione fiscale in Italia. Si avvale di un pool di 35 commercialisti presenti in tutta Italia, specializzati nel risparmio fiscale che guidano costantemente imprenditori e professionisti verso le strategie più adeguate  alle proprie esigenze per abbattere legalmente il carico fiscale.

Loading...
Commenti
    Tags:
    marchioroyaltiestasse
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Debutta la Jeep Renegade 80° Annversario

    Debutta la Jeep Renegade 80° Annversario


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.