I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Sportivi si nasce e poi si diventa
Lo sport mondiale vale 632 miliardi di euro

Il calcolo (ardito ma necessario) l’hanno fatto due settimane fa gli analisti di un quotidiano economico spagnolo, Expansion, sdoganando numeri proibitivi di una macchina, quella sportiva, che vive ormai da tempo al di sopra del senso economico comune: vale 632 miliardi di euro. Cioè più o meno, volendo fare paragoni, l’1% del Pil mondiale del 2015.

Indiziati numero uno sono gli onerosi contratti Tv. Solo quelli della Premier League e della Liga, per dire, valgono insieme 7 miliardi. Quelli dell’Italia – più modesti – 925 milioni (e per la gioia della democrazia calcistica, 103 alla Juve e 22 al Frosinone: dal prossimo anno in serie B). Poi ci sono gli sponsor. La Nike sostituendo l’Adidas nelle divise Nba per i prossimi 8 anni, sacrificherà un miliardo sull’altare del profitto. Così come la Nfl (la maggiore lega professionistica nordamericana di football americano) intascherà 1,4 miliardi per sei stagioni grazie alla firma con il marchio Bud Light: quello della storica birra statunitense che va a nozze con gli stadi stracolmi (oltre 60mila spettatori di media a partita) e gli hot dogs di contorno. L’acquisto dei diritti per le Olimpiadi da parte di Discovery Channel fino al 2024, in ultimo, gonfia i conti del CIO (Comitato Olimpico Internazionale) di almeno 1,3 miliardi.  

Naturalmente, poi, degni di nota sono anche i singoli casi. La classifica annualmente aggiornata di Forbes, riconosce a Cristiano Ronaldo la palma di atleta più pagato al mondo con 88 milioni l’anno. Dietro Messi (solo 81) e Lebron James, con un modesto 77. Il gigante del basket ha però un aggravante: con la Nike lo scorso dicembre ha firmato un contratto vita natural durante da 500 milioni di dollari, infrangendo il record fino allora appartenuto a Kevin Durant con 300 milioni. Sempre stipulato dalla Nike. Motivo? Il comunicato diramato dal colosso aziendale non lasciava spazio all’immaginazione: «Aggiunge un importante valore ai nostri affari, al nostro marchio e ai nostri azionisti».  E si capisce: gli affari sono affari. Con l’industria dello sport c’è soltanto da guadagnare. 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    sportnikediritti tv
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    i più visti
    in vetrina
    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

    Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


    casa, immobiliare
    motori
    Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità

    Nasce a Torino Stellantis Italy House, la casa della sostenibilità


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.