I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
The Ghost Writer
I giovani, l'educazione al risparmio e la comunicazione finanziaria

Tutto ciò che ha a che vedere con le politiche economiche e finanziarie è un qualcosa di molto distante dall'interesse della gente comune, ancor più se pensiamo ai giovani. La pandemia ha provocato una brutta frenata delle economie di tutto il mondo, è stato un lockdown che ha privato della libertà le persone e i mercati. E' sempre bene sottolineare che gli effetti di questa crisi non erano facilmente prevedibili a causa di un buco nero di carattere scientifico che non ha consentito di elaborare previsioni di ripartenza che potessero mettere in sicurezza produzioni e consumi. L'attuale situazione è realmente complessa anche per una comunità come quella italiana, notoriamente propensa al risparmio: ciò che ha ulteriormente aggravato la posizione delle famiglie e delle imprese è stato il tempo che il Governo si è preso per decidere cosa fare e per mettere in atto il proprio piano di azione.

La tempestività nelle situazioni emergenziali è fondamentale. Ancora oggi assistiamo a profondi ritardi, legati principalmente ad ostacoli burocratici, che minano la sopravvivenza economica. 

Poi c'è un altro elemento, questo più di carattere strutturale e politico, legato alle scelte compiute negli ultimi decenni in merito alla finanza da parte dei nostri governanti: l'alto indebitamento ha portato tagli orizzontali senza una strategia di propensione agli investimenti tarata sul medio e lungo periodo.

In sostanza è mancata una vera visione di carattere economico avvalorata da studiosi e tecnici capaci di trasformare la storia dell'economia mondiale in proposte ragionate e attualizzate rispetto alla realtà odierna. 

Sono mancati i giovani, con le loro idee innovative e con il coraggio di attuarle. Alcuni dati di Bankitalia evidenziano come solo un terzo degli italiani ha conoscenze adeguate rispetto ai temi economici, e se dettagliamo meglio troviamo un forte squilibrio sul genere e sull'età.

Serve quindi puntare decisi sull’educazione finanziaria, partendo dalle scuole.

E’ una priorità per il futuro ed occorre lavorarci da subito, puntando su un'informazione fortemente ingaggiante, chiara, che desti curiosità e generi attenzione e studio. Preparare i giovani al linguaggio economico significa dotarli di quegli strumenti necessari per affrontare al meglio le prossime sfide di sviluppo e di attrazione competitiva in tutti i settori. 

In questo senso è molto importante il lavoro che sta portando avanti il comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, uno strumento concreto per sensibilizzare i cittadini sulla necessità di accrescere le proprie competenze finanziarie, assicurative e previdenziali. Ma non basta accrescere la consapevolezza, bisogna investire sulla formazione e su modelli di economia sostenibile capaci di impattare sui consumi e sulla riconversione delle risorse.

Servono competenze elevate e burocrazia 0: questo è il vero valore aggiunto di un Paese che guarda al domani. Chissà se agli Stati Generali tutto questo è stato discusso!

 

 

Loading...
Commenti
    Tags:
    comunicazione finanziariaeducazione al risparmiogiovanifuturogovernosostenibilità economicaformazioneeducazione finanziariaeducazione finanziaria in italiaeducazione finanziaria a scuolacompetenze finanziariegiovani e risparmiorisparmio giovani
    Loading...
    i più visti
    

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Italiani pronti ad acquistare una vettura elettrificata

    Italiani pronti ad acquistare una vettura elettrificata


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.