I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Tv convergente
David di Donatello, Cattelan adesso fa pure i miracoli

 

Nessuno provi ad accusare il sottoscritto di blasfemia: provateci voi a scongelare il pubblico in sala dei David di Donatello, giunti quest'anno alla sessantesima edizione e per la prima volta affidati a Sky per la cerimonia di premiazione, in onda su Tv8, Sky Uno e Sky Tg24 Eventi.

 

Sulle poltrone da quasi sei decenni stazionavano attori annoiati, attrici inquadrate per l'outfit più originale, registi che si prendevano troppo sul serio e maestranze varie mai veramente esposte al grande pubblico. Per non parlare di cerimonie noiose targate Rai (e negli ultimi anni in seconda serata!) affidate a comici che si sono permessi di dare della topa a un monumento inviolabile come Sophia Loren.

 

Tutti eravamo certi che la tv satellitare avrebbe fatto un ottimo lavoro, ma un conto è l'aspettativa e un altro ammirare la bellezza di tale lavoro nel suo svolgimento. Prima di tutto lo studio De Paolis di Roma non aveva nulla da invidiare al Kodak Theatre di Los Angeles, sempiterna sede degli Oscar, con quel megaschermo pirotecnico.

 

E poi c'è un ingrediente fondamentale che nessuno finora aveva mai saputo dosare con prudenza, ovvero l'ironia. Alessandro Cattelan ha condotto in maniera eccezionale una bella serata di televisione prima che di cinema senza strafare, distinguendosi per la divertente apertura con i The Jackal (coinvolgendo un premio Oscar come Sorrentino!) e fingendo di lasciare il microfono aperto per mettere Francesco Pannofino in imbarazzo quando ques'ultimo doveva parlare del fonico di presa diretta. Naturalmente era tutto concordato, ma quel momento ha scongelato definitivamente lo studio. E le maestranze della settima arte sono state finalmente degnamente valorizzate. Qui trovate tutti i premi.

 

Commenti
    Tags:
    david di donatellosky
    in evidenza
    Excel, scoppia la polemica social "E' più importante della storia"

    Il dibattito sulla scuola

    Excel, scoppia la polemica social
    "E' più importante della storia"

    i più visti
    in vetrina
    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

    SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


    casa, immobiliare
    motori
    Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT

    Inaugurate Casa 500 e La Pista 500, il manifesto “green” di FIAT


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.