I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Tv convergente
È arrivata la felicità, la fiction respira

Si sta avviando alla conclusione la prima stagione di È arrivata la felicità, la fiction di Rai1 trasmessa da Rai1 ogni giovedì alle 21.10 e scritta da Ivan Cotroneo. Come in Tutti pazzi per amore si tratta di una commedia sentimentale, ma non ci sono numeri musicali. Come in Un medico in famiglia siamo davanti a un cast molto variegato, ma qui gli attori sono davvero bravi, soprattutto i più giovani.

 

Orlando (Claudio Santamaria) è un architetto 40enne abbandonato dalla moglie – è scappata con un tedesco – che si trova a dover crescere i figli Umberto e Pierluigi. La fuga della donna lo mette in crisi, tanto da seguirla sui social con una falsa identità e da vederla ovunque. L'incontro con Angelica (Claudia Pandolfi), sua cliente per conto della quale sta eseguendo i lavori di ristrutturazione della villa dove andrà ad abitare col promesso sposo Vittorio, porterà nella sua vita una serie di novità, non per forza positive.

 

Intorno alla storyline principale ruotano tantissime sottotrame, a cominciare dalla maternità di Valeria (Giulia Bevilacqua) e Rita (Federica de Cola): le due ragazze sono una coppia e la prima sta portando avanti la gravidanza nonostante la contrarietà dei genitori di Valeria, interpretati da Ninetto Davoli e Lunetta Savino. Per non parlare di Francesca (una bravissima Tezeta Abraham), la collega libraia di Angelica eternamente sfortunata con gli uomini: il suo personaggio purtroppo spesso cade nella monotonia. Geniale invece il personaggio di Nunzia (Simona Tabasco), la ruspante segretaria napoletana di Orlando e Pietro (Alessandro Roja). Con lei le risate sono assicurate. E poi c'è il sottobosco degli amori adolescenziali.

 

A parte qualche eccesso di surrealismo già sperimentato in Tutti pazzi per amore, È arrivata la felicità rappresenta una boccata d'ossigeno per la fiction di Rai1, offrendo una chiave comica di temi su cui l'Italia ogni volta si accapiglia in maniera troppo seria. La tecnica del mockumentary – ovvero la confessione del personaggio come se fosse un documentario – è senza ombra di dubbio mutuata dalla comedy Modern Family, così come la coppia gay che nel prodotto italiano invece è formata da due donne (probabilmente due uomini che ricorrevano alla gestazione per altri all'estero sarebbero stati uno shock). Speriamo in una seconda stagione.

 

 

 

 

Commenti
    Tags:
    rai1fiction
    in evidenza
    House of Gucci, guarda il trailer Jared Leto irriconoscibile. FOTO

    Lady Gaga guida un cast stellare

    House of Gucci, guarda il trailer
    Jared Leto irriconoscibile. FOTO

    i più visti
    in vetrina
    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


    casa, immobiliare
    motori
    BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

    BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.