I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Tv convergente
E poi c'è Cattelan, male la prima
Alessandro Cattelan in look Trussardi

Sembra uno scherzo di Marco Balestri la prima puntata di E poi c'è Cattelan, talmente brutta che non ci si può credere. Il gioiellino di Sky Uno, tornato con una terza edizione che si preannuncia come la più ipertrofica di sempre – ben 17 le puntate in cantiere – ieri sera è parso irriconoscibile come la Juventus di Allegri a inizio campionato.

 

Dopo la classica clip del conduttore Alessandro Cattelan con il “talismano” Cesare Cremonini, l'ex veejay di Mtv/Tv8 si avventura in un breve monologo sui motivi per i quali gli ospiti rifiutano il suo invito. Qui più che David Letterman – al quale il giovane presentatore dichiaratamente si ispira – ricorda piuttosto Ezio Greggio e il suo “Sarà vero? Sarà falso? Sarah Ferguson?”.

 

Ma la delusione più grande arriva quando Cattelan annuncia l'ospite a sorpresa, la cui identità era stata ben tenuta nascosta ai media per creare suspence: nello studio completamente rinnovato si presenta Dart Fener, ovvero il cattivo della saga Guerre stellari. Facilissimo capire chi si celasse dietro Gabibbo della tv satellitare, ovvero Francesco Mandelli de I soliti idioti. L'intervista si rivela sin da subito soporifera, giocandosi su Lino Banfi, Checco Zalone e il rapporto Francesco Baccini – David Bowie (il cantante italiano su Facebook aveva scritto di essere stato riconosciuto dall'interprete di Heroes in America a pochissimi giorni dalla morte e i fan non gli avevano perdonato l'autoreferenzialità).

 

Difficile comprendere questa scelta autorale: evidentemente adesso si sgomita per comparire nel programma di intrattenimento più brillante della tv e qualcuno è stato ingiustamente accontentato.

 

Decisamente più riuscita l'intervista a Max Pezzali, impreziosita dal gioco Games of Drones – il conduttore e il cantante devono far passare dei droni attraverso dei cerchi in un percorso che cita alcuni brani del coach in pectore di The Voice of Italy – e da una performance in hawaiano de Gli anni. Bravissimi come sempre gli Street Clerks, ma le aspettative per l'esordio di un late night show sulla via della consacrazione sono state disattese. 

 

 

 

Commenti
    Tags:
    e poi c'è cattelanalessandro cattelan
    in evidenza
    Carolina Stramare va in gol L'ex Miss Italia sfida Diletta

    Calcio e tv... bollente

    Carolina Stramare va in gol
    L'ex Miss Italia sfida Diletta

    i più visti
    in vetrina
    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità

    Pasta Garofalo, il pastificio presenta il suo primo Report di Sostenibilità


    casa, immobiliare
    motori
    Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid

    Renault: restyling per Megane berlina ora disponibile anche Plug-in Hybrid


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.