I blog riportano opinioni degli autori e non necessariamente notizie, in ossequio al pluralismo che caratterizza la nostra Testata.
A- A+
Tv convergente
L'isola di Adamo ed Eva, la volgarità è altrove

In onda dallo scorso ottobre ogni mercoledì alle 21.15, L'isola di Adamo ed Eva costituisce uno dei blockbuster della finora scarna library di Deejay Tv, da poco rilevata dal gruppo Discovery e passata alla posizione 9 del telecomando (l'altro titolo forte è Hotel da incubo). A condurre il date show Vladimir Luxuria.

Il plot è molto semplice: un ragazzo e una ragazza si conoscono su un'isola deserta completamente nudi – la regia pixella le parti intime di entrambi in prime time, mentre nella versione XXX di seconda serata è visibile il topless di Eva – e hanno alcuni giorni di tempo per decidere o meno di uscire insieme. I primi giorni trascorrono lieti e sereni, finché sull'isola non sbarca un secondo Adamo (se il protagonista è una donna) o una seconda Eva (credo abbiate capito il meccanismo). A quel punto si apre una serie di giochi da villaggio turistico – o da Stasera tutto è possibile – al termine dei quali il vincitore può trascorrere una serata in compagnia dell'oggetto dei propri desideri, senza l'odiato rivale. A seguire, il momento della scelta.

Trattandosi di un date show nel quale i protagonisti sono sempre nudi, si è scelto di privilegiare ragazzi palestrati e ragazze avvenenti, praticamente dei tronisti mancati.
Tuttavia, nonostante la semplicità del format e una scrittura asciutta, il programma è l'ideale per trascorrere un'oretta di svago. Occorre solo spogliarsi del pregiudizio – lasciatemi passare il verbo - di guardare un prodotto trash solo perché i personaggi sono nudi, un condizionamento dettato da anni di cultura giudaico-cristiana, che ci ha resi quasi colpevoli nel guardare un bel corpo: sull'isola non avvengono risse, non ci si insulta, non va mai a finire come ci si aspetta. Nell'ultima puntata ad esempio l'aitante Edoardo, scelto da Jolanda, ha rifiutato di uscire con la ragazza dopo che Luxuria gli aveva offerto 500 euro. La volgarità è negli altri programmi di questo genere.

Da non dimenticare la conduttrice: Vladimir Luxuria è davvero brava a condire di ironia un format altrimenti spento e ad interagire con i concorrenti. Quando venne scelta come inviata per l'Isola dei Famosi con la conduzione di Nicola Savino, pensai che sarebbe stato molto meglio avere Savino in Honduras e l'ex parlamentare di Rifondazione in studio, ma forse per la Rai avere una presentatrice transgender sarebbe stato e sarebbe forse troppo anche ora. Per fortuna si è ritagliata un suo spazio.

Marcello Filograsso

Iscriviti alla newsletter
Tags:
l'isola di adamo ed evavolgarità
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

i più visti
in vetrina
Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili

Ferrovie dello Stato, al via un nuovo modello per cantieri più sostenibili


casa, immobiliare
motori
Peugeot: la filosofia della guida elettrica

Peugeot: la filosofia della guida elettrica


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.