A- A+
Campania
paolo cannavaro

E’ risaputo che la miglior difesa è l’attacco e un calciatore non può non conoscere questa regola. Paolo Cannavaro e Gianluca Grava hanno appena finito la loro difesa nell'ambito della vicenda calcio scommesse che passano all’attacco. 
Fonti interne alla società anticipano che i due tesserati del Napoli sono pronti a rivolgersi al Tar del Lazio per chiedere la condanna per equivalente della Federcalcio e del Coni per il danno subito. Cannavaro e Grava erano stati squalificati dalla Commissione Disciplinare della Figc per omessa denuncia nella tentata combine di Sampdoria-Napoli del 16 maggio 2010; in seguito era arrivata l'assoluzione in secondo grado.
Oltre ai danni di immagine per i due giocatori travolti dallo scandalo sul piatto ci sono anche le partite non disputate dai due durante il fermo da parte della Commissione disciplinare.

Pasqualino Magliaro

Iscriviti alla newsletter
Tags:
cannavarogravafigc
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

i più visti
in vetrina
Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza

Luce e Gas, passaggio al Mercato Libero. Abbassalebollette fa chiarezza


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.