A- A+
Campania
mensa scolastica 500

Distribuivano cibi avariati o scaduti in scuole materne e istituti per anziani. I carabinieri di Napoli hanno eseguito sei misure cautelari nei confronti di imprenditori, dirigenti sanitari ospedalieri e ausiliari sanitari che erano a conoscenza delle condizioni in cui veniva fornito il cibo alle mense scolastiche e ospedaliere. Oltre alla qualità del cibo che veniva fornito tra i fatti accertati risultano esserci anche irregolarità nell'aggiudicazione di appalti per la fornitura di pasti ed episodi di corruzione per l'aggiudicazione di appalti. Sin dal 2009 gli indagati avevano dato vita a un'associazione per delinquere che - secondo l'accusa - faceva capo a una società che opera nel settore delle mense scolastiche e ospedaliere.

Le indagini cocoordinate dalla Sezione Reati contro la Pubblica Amministrazione della Procura della Repubblica di Napoli e condotte dai Carabinieri del Comando Provinciale e del Gruppo Carabinieri Tutela per la Salute di Napoli hanno portato 53 perquisizioni personali e domiciliari nei confronti di 53 persone fisiche o giuridiche e in enti pubblici e locali.
 
Ci sono anche 45 indagati. Tra i destinatari delle sei misure cautelari - tra cui un arresto domiciliare, quattro obblighi di dimora nel comune di residenza e una sospensione dall'esercizio pubblico - c'é anche un direttore sanitario di un ospedale della provincia di Napoli, raggiunto da un obbligo di dimora. L'arresto domiciliare e tre obblighi di dimora hanno colpito i quattro appartenenti - tre titolari e un impiegato - ad una ditta che opera nel settore della refezione. Un ausiliario ospedaliero è stato invece sospeso dal pubblico esercizio. Tra le 45 persone indagate ci sono sette amministratori pubblici in carica o decaduti dalla stessa di comuni del Napoletano, del Salernitano, dell'Avellinese e della provincia di Potenza, il direttore sanitario di un altro ospedale della provincia di Napoli, un coordinatore e due dipendenti di un'Asl del Napoletano, un coordinatore di direzione sanitaria e tre medici della provincia di Napoli.

Pasqualino Magliaro

Tags:
napoliinchiestacibo avariato
in evidenza
Terence Hill lascia Don Matteo Applauso d'addio della troupe

VIDEO

Terence Hill lascia Don Matteo
Applauso d'addio della troupe

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.