A- A+
Campania

 

Bray Pompei

Visita privata, con una serie di sorprese, per il neo ministro dei Beni culturali e del turismo, Massimo Bray, agli scavi archeologici di Pompei. A cominciare dal treno della circumvesuviana che - scrive lo stesso ministro su Twitter - "purtroppo si è fermato all'altezza di Torre del Greco. Arriveremo a Pompei grazie a un passaggio".
 
La seconda sorpresa viene da una passeggera del treno della vesuviana sul quale si trovava il ministro. "Una signora - racconta Bray su Twitter - mi ha chiesto se fossi il ministro.
 
"Mi ha sorriso e incoraggiato". Gli ha anche scattato una foto che ha subito postata su Twitter. aggiungendo: "Ok, niente panico - ha scritto la passeggera sul proprio profilo - Secondo me stamattina Massimo Bray era accanto a me sulla Cinrcumvesuviana. Non ero sicura che fosse lui, mi sembrava difficile che un ministro fosse su un mezzo pubblico." E' vero - risponde il ministro che aggiunge: "Ascoltavo Asaf Avidan". Entusiasta poi la passeggera dichiara: "Ok è il mio ministro preferito".

La direzione della Circumvesuviana si è subito scusata col ministro per il disservizio, spiegando che il convoglio si è fermato per un guasto causato da atti di vandalismo compiuti in mattinata sui treni della linea Napoli-Sorrento.

"Ci scusiamo con il ministro e con i viaggiatori - afferma la direzione - ma il danneggiamento di alcuni treni ad opera di teppisti, unito all'afflusso straordinario di viaggiatori per la giornata festiva ed il bel tempo - ha avuto ripercussioni sulla rete".
 
I contrattempi non hanno però guastato l'umore di Massimo Bray. "E' una grande emozione essere qui". Ma il ministro aggiunge: "oltre alla grande emozione, la consapevolezza delle attività che si stanno compiendo per continuare a fare di Pompei un luogo unico".
 
Il treno della Circumvesuviana sul quale viaggiava il neo-ministro per i beni culturali Massimo Bray, diretto a Pompei, si è fermato per un disservizio determinato da atti di vandalismo compiuti in mattinata sui treni della linea Napoli-Sorrento.
 
Lo ha reso noto la Direzione della Circumvesuviana. "Ci scusiamo con il ministro e con i viaggiatori - afferma la direzione - ma il danneggiamento di alcuni treni ad opera di teppisti, unito all' afflusso straordinario di viaggiatori per la giornata festiva ed il bel tempo - ha avuto ripercussioni sulla rete".
 
La direzione della ferrovia ha informato la Questura ed i carabinieri dell' accaduto. Immagini dei vandali sarebbero state filmate dal sistema di videosorveglianza. Danneggiati i bordi, dotati di sensori, della porte dei treni, e lesionati vetri dei finestrini. Alla stazione di Sorrento è stato inviato personale tecnico che sta procedendo alla riparazione dei treni.
 
Raggiunta finalmente Pompei, Bray si è recato in visita alla Casa dei Vettii, è accompagnato dal direttore degli Scavi archeologici Grete Stefani.
 
La Casa dei Vettii, Domus romana del primo secolo avanti Cristo, è attualmente chiusa per restauri

Bray ha lasciato il sito archeologico di Pompei al termine di una visita durata circa due ore. Il ministro è uscito da Porta Anfiteatro, ma poi si è recato a Porta Marina dove aveva lasciato uno zainetto.

Bray  ha visitato l' Area della Casa dei Vettii e si è intrattenuto a colloquio con il direttore degli Scavi Grete Stefani.
 

Tags:
ministro
in evidenza
Heidi Klum reggiseno via in barca Diletta Leotta da sogno in vacanza

Wanda Nara.... che foto

Heidi Klum reggiseno via in barca
Diletta Leotta da sogno in vacanza

i più visti
in vetrina
Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia

Nicole Daza, chi è la compagna di Marcell Jacobs: la biografia


casa, immobiliare
motori
Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird

Honda HR-V, arriva la tecnologia full Hibird


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.