Culture

Omaggio a Giovanni Falcone, querelato lo street artist TvBoy

 

Palermo, 5 giu. (askanews) - È costato una querela per "Deturpamento e imbrattamento di cose altrui" l'omaggio al giudice Giovanni Falcone ucciso dalla mafia nel 1992, realizzato a Palermo da TvBoy, nome d'arte dello Street artist Salvatore Benintende.L'opera era stata realizzata in Piazza Marina, il 23 maggio 2020 e ritraeva il giudice con in mano una bomboletta spray davanti alla scritta "È tempo di andare avanti"; un simbolo di legalità, di lotta alla mafia, esempio per intere generazioni, che ha visto l'apprezzamento di Palermo tutta, e non solo.Oltre che dal sindaco di Palermo Leoluca Orlando, infatti, era stata apprezzata anche del sindaco di Milano, Giuseppe Sala."La street art, come qualsiasi forma di espressione artistica, merita tutela - ha commentato l'artista - per questo agirò nelle sedi opportune per difendere l'opera e il suo importantissimo significato".L'esposto è stato presentato dalle associazioni Pro Loco "Nostra Donna del Rotolo", Associazione "Comitati Civici", Circolo "L'istrice" e dal "Comitato per il centro storico".