Politica

Cina: da G7 una dichiarazione "piena d'arroganza, pregiudizi e bugie"

 


Roma, 17 giu. (askanews) - La Cina ha reagito dopo che i leader del G7 hanno intimato a Pechino di smettere di inviare componenti di armi alla Russia, affermando che la loro dichiarazione di fine vertice è stata "piena di arroganza, pregiudizi e bugie".La dichiarazione finale del vertice del G7 in Puglia "ha ancora una volta manipolato le questioni relative alla Cina, ha calunniato e attaccato la Cina, ha riproposto luoghi comuni che non hanno alcuna base fattuale, né giuridica, né morale, e sono pieni di arroganza, pregiudizi e menzogne" ha dichiarato Lin Jian, portavoce del Ministero degli Esteri cinese.Al centro dei colloqui del summit in Italia ci sono stateanche le relazioni commerciali con Pechino, oltre che le tensioni sull'Ucraina. La dichiarazione finale del G7 ha anche criticato la "militarizzazione e le attività coercitive e intimidatorie" della Cina nel Mar Cinese Meridionale.