Politica

Draghi: troppe disuguaglianze, a pagare donne e giovani

 

Milano, 7 mag. (askanews) - "L'Unione europea è stata orgogliosa del suo modello sociale. Ma anche prima della pandemia, le nostre società e i nostri mercati del lavoro erano frammentati: disuguaglianze generazionali, disuguaglianze di genere e disuguaglianze regionali". Così il presidente del Consiglio Mario Draghi al social summit di Porto."L'Italia e l'Europa non dovrebbero essere così. Il Covid 19 ha reso più profondi i divari e chi ha pagato per questo? Principalmente donne e i giovani", ha aggiunto.