Politica

Letta in Via Fani: qui capii che per la politica si può morire

 

Roma, 16 mar. (askanews) - Prima uscita pubblica per il neo-segretario del Pd Enrico Letta. L'ex premier si è recato in Via Fani a Roma, luogo dell'agguato ad Aldo Moro, per partecipare a una cerimonia di commemorazione. La mattina del 16 marzo 1978 le Brigate rosse uccisero i componenti della scorta del leader della Dc per rapire l'importante esponente politico, ritrovato poi morto 55 giorni dopo in via Caetani."Non posso dimenticare il fatto che da bambino i miei genitori mi portarono qui, nell'aprile del '78. Avevo 12 anni e fu un momento per me enorme. Lì ho imparato l'importanza della politica e che per la politica si può morire. Devo ringraziare i miei genitori che mi portarono a 12 anni qui proprio in Via Fani, che per me fu un'esperienza enorme, fortissima, durissima. Il mio impegno politico è nato forse quel giorno e quindi è per questo che oggi ho voluto venire assolutamente qua e per noi, il Partito democratico, questo è un momento fondante per la Repubblica e per il nostro impegno a favore delle istituzioni", ha dichiarato Letta a margine.