(Milano, 25 giugno 2020) -

Ideato dalla tech company Prima Assicurazioni, Prima Café è uno spazio moderno, ibrido, in continua trasformazione, che offre alle persone una nuova destinazione per incontrarsi, relazionarsi, vivere esperienze e scoprire nuovi punti di vista. Un luogo dove dare valore al tempo che la tecnologia può e deve liberare. L’originale progetto, firmato dallo studio di architettura Park Associati, declina il concetto di bello con l’arte cinetica. La cucina è improntata allo stile healthy fusion di ispirazione Cali-Mex e crea un’esperienza di food beverage coinvolgente, sana e ricercata.

PRIMA le emozioni. Proprio ora, mentre la ripartenza prende slancio, con questo concept nasce a Milano uno spazio che PRIMA non c’era: un luogo moderno, ibrido, in continua trasformazione, che non si era mai visto PRIMA. È un lab creativo in cui design, food e intrattenimento si incontrano per esprimersi più di PRIMA. È un destination point che valorizza le esperienze multisensoriali e favorisce le relazioni fin dalla PRIMA volta, pronto a offrire una nuova esperienza di normalità e guardare oltre l’emergenza che ci stiamo lasciando alle spalle.

Prima Café è il nuovo locale ideato da Prima Assicurazioni. La tech company specializzata in polizze auto, moto e furgoni, operativa dal 2015, è cresciuta a ritmo serrato superando la pietra miliare di 700 mila clienti attivi in soli 5 anni. Risultato in costante incremento grazie alle sue capacità di innovazione che un team di talenti di oltre 200 persone trasforma ogni giorno in concreti vantaggi per i clienti.

Prima Café è un importante investimento sul brand e una ulteriore dimostrazione della capacità della società di essere concreta e di saper stare vicina ai clienti. Chi sceglie una tech company come Prima Assicurazioni, infatti, lo fa non solo perché sa che può risparmiare, ma ancora di più per la superior user experience e per la qualità impeccabile del servizio che Prima Assicurazioni riesce a garantire. Su questi concetti si fonda il progetto di Prima Café, un locale esclusivo curato nei minimi dettagli.

“Prima Assicurazioni ha l’obiettivo di migliorare la vita dei clienti rendendo più facile e immediato il mondo dell’assicurazione. Chi sceglie Prima Assicurazioni lo fa perché sa che può risparmiare, non solo denaro ma anche tempo, che mai come in questo momento ci accorgiamo essere una risorsa preziosa. Su questo si fonda l’originale progetto di Prima Café di cui abbiamo deciso di non rimandare l’apertura: vogliamo partire ora e lanciare un messaggio positivo. Prima Café è un luogo dove dare valore al tempo che la tecnologia può e deve liberare, dedicandosi agli aspetti più importanti della vita - costruire relazioni, lasciandosi ispirare da punti di vista ed esperienze diverse”, ha dichiarato Alberto Genovese, Chairman di Prima Assicurazioni, presentando l’iniziativa.

Non si deve pensare, però, a una filiale aziendale travestita da locale, con postazioni di vendita camuffate fra i tavoli e proposte commerciali in agguato: le polizze continueranno ad essere stipulate attraverso i canali dedicati. Prima Café è quindi uno spazio interamente dedicato allo svago; uno spazio che rispecchia il DNA dell’azienda, i valori di dinamicità, innovazione, così come lo spirito imprenditoriale della tech company milanese. A questi valori e alle nuove abitudini sociali si è ispirata la progettazione dello spazio, curata da Park Associati, così come la proposta gastronomica, cosmopolita e ideata attorno agli aspetti più cool della cucina Cali-Mex.

Situato in corso Garibaldi, nel cuore della Milano bohemienne, che ha saputo intrecciare perfettamente storia e modernità, Prima Café si apre sulla città, anche grazie alle sue sette maxi-vetrine, per offrire un nuovo luogo da vivere. Dalla mattina fino al divertimento notturno consapevole, passando per pranzo e aperitivo, dal food al coworking, il locale evolve la propria identità in un movimento morbido, graduale e senza soluzione di continuità.

Prima Café è un flusso di esperienze che ha come punto di partenza il food&beverage, ma riesce ad andare ben oltre il concetto di locale tradizionale italiano, come ce ne sono tanti nella zona, grazie all’inventiva e all’estro dei giovani e talentuosi chef, che scandiscono il ritmo della giornata con una cucina healthy fusion che porta a Milano la creatività, il melting pot culturale di Venice Beach, di Santa Monica e di Culver City, la zona più trendy di Los Angeles.

Partendo da una classica colazione italiana, in cui bakery artigianale è affiancata dall’offerta di diversi tipi di latte plant-based – ovvero a base di soia, avena, mandorla o cocco e riso -, Prima Café propone una colazione che ricorda il concetto di brunch e contempla anche smoothie bowls, pancakes, uova alla benedict. Per il pranzo la cucina accoglie gli ospiti con una proposta healthy fusion, con piccoli piatti che ripercorrono un viaggio emozionante e raffinato. A fine giornata, al momento dell’immancabile aperitivo milanese, diventano protagonisti la tendenza Cali-Mex e i sapori della bassa California, in cui il carattere messicano si mescola al tipico healthy food californiano: un inedito mix che si sposa perfettamente con tutta l’offerta di drink del locale.

Insomma, da un team di chef italiani emergenti nasce una proposta culinaria nuova, aperta, cosmopolita, in cui si elimina il divario fra aperitivo e cena: un concetto di food che porta nel dinamismo di Milano uno stile di vita spontaneo e vibrante e che, seguendo l’evolvere della giornata e trasformandosi nella proposta, raggiunge il suo culmine espressivo alla sera.

Un crescendo di emozioni definito attraverso un concetto di capsule collection applicato al food&beverage: tante proposte da assaggiare e sperimentare per intraprendere un viaggio curioso e coinvolgente nel mondo del gusto, saziandosi ma senza appesantirsi, anche grazie alla migliore scelta di ingredienti. Sono abbinamenti innovativi e inaspettati quelli su cui Prima Café ha creato la propria idea di cibo inteso come esplorazione di sapori, come intrattenimento e divertimento, come momento di degustazione.

Ad accompagnare la cucina glocal, che mescola la tradizione locale con le più interessanti suggestioni internazionali, Prima Café presenta una ricca lista di cocktail. Dai grandi classici ai signature, dai drink evergreen a quelli più creativi che interpretano le future tendenze, le proposte prendono vita dall’estro dei bartender e dei mixologist: il percorso di creazione dei cocktail ricalca il lavoro degli chef che ricercano, selezionano e trasformano le migliori materie prime per offrire un’esperienza multisensoriale altamente emozionale.

Tramite tecniche di estrazione, fermentazione e distillazione nascono cocktail indimenticabili, arricchiti di fragranze, spume e arie, curati in ogni dettaglio, accompagnati da sorprendenti decorazioni e forme di ghiaccio. Il bancone diventa un palcoscenico in cui raccontare la cultura del bere fra esperienze alchemiche e intrattenimento, aperto anche a esibizioni di bartender internazionali che danno vita a ricette uniche ed esclusive, così da richiamare l’attenzione di un pubblico cosmopolita di appassionati ed esperti di mixology.

A firmare il progetto architettonico è lo studio milanese Park Associati guidato da Filippo Pagliani e Michele Rossi, che vanta importanti realizzazioni come gli headquarter di Luxottica e Nestlé a Milano e di Salewa a Bolzano, la riqualificazione dello storico edificio di piazza Cordusio 2, i travelling restaurant Priceless e The Cube, ma anche i concept per Hermès, Brioni, Piaggio, Telecom Italia, per citarne alcuni.

Gli architetti hanno interpretato il dinamismo di Prima Assicurazioni, che ha permesso alla tech company di conquistare il mercato, nel concept del locale di corso Garibaldi. L’utilizzo di intelligenza artificiale, l’analisi dei big data e la natura tecnologica dell’azienda hanno stimolato la progettazione architettonica, suggerendo un parallelismo con l’arte cinetica e le sue opere realizzate secondo programmi di calcolo che consentono di creare ipnotiche sequenze di forme o colori. È quindi nato uno spazio dinamico, in cui le pareti concepite come una boiserie tridimensionale modificano la percezione degli ambienti a seconda dei diversi punti di vista e orari del giorno grazie anche al riflesso della luce naturale. È un nastro sfaccettato e double face che abbraccia l’ambiente regalando una sfumatura viola o una preziosa finitura in ottone satinato.

Prima Café è un luogo concepito sull’ibridazione delle funzioni e sulla trasformazione delle stesse. Questa sua natura versatile, che gioca su una forte disruption concettuale, si traduce nella scelta degli arredi custom made: sedute diverse convivono nello stesso ambiente, materiali tessili e pellami si incontrano, i toni grigi e le sfumature blu della resina dei pavimenti si confondono e si fondono. Il colore viola, infine, aggiunge un deciso tocco di carattere attraverso elementi luminosi sulle vetrine e non solo. In questa polivalenza ed ecletticità, ognuno trova la dimensione che preferisce per lasciarsi accompagnare in un’esperienza di piacevolezza, benessere, informalità.

Accanto alla parete cinetica, il progetto d’illuminazione realizzato su misura con iGuzzini è l’altro elemento architettonico che caratterizza il locale. Una cascata di circa 600 tubi alimentati a led, colorati o riflettenti, crea un’onda luminosa che si propaga in tutto il locale, richiamando le opere di Dan Flavin. L’intensità e il colore della luce vengono modificati per dare ritmo alla giornata in base a una programmazione di light design messa a punto secondo i principi del ritmo circadiano: la luce artificiale tiene conto del ciclo biologico dell’uomo per garantire il massimo benessere.

Sia nel progetto architettonico, sia nella proposta di food&drink, la configurazione è stata concepita come ibrida e flessibile per una nuova fruizione di spazi, abitudini ed esperienza. Prima Café è pronta a essere la nuova destinazione milanese.

“Mangiare, lavorare, incontrare persone, divertirsi. Racchiudere queste funzioni e riadattarle successivamente ai nuovi vincoli sanitari in un unico luogo, che si trasforma a seconda delle necessità e dei diversi momenti della giornata, è stata una sfida progettuale. Abbiamo ribaltato completamente il binomio funzione-estetica, per creare un’identità fluida che accompagna il locale nella sua metamorfosi. Durante il giorno è uno spazio luminoso e dinamico, di notte entra in gioco l’istallazione di luci che crea l’atmosfera di un club: lavorare sull’incontro di questi due opposti è stato molto stimolante e crediamo che il risultato possa contribuire alla ripartenza in questa nuova normalità”, hanno aggiunto Filippo Pagliani e Michele Rossi, fondatori dello studio di architettura Park Associati.

Ufficio Stampa Prima Cafè

M&C SAATCHI PR

francesca.noseda@mcsaatchipr.it


in evidenza
I koala rischiano di estinguersi "Rimangono solo 30 anni"

Australia

I koala rischiano di estinguersi
"Rimangono solo 30 anni"

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.