A- A+
Coronavirus
Covid, già 1,1 milioni di firme contro l’obbligo al vaccino e al “patentino”

Federazione Rinascimento Italia (FRI), con il contributo delle principali associazioni civiche italiane, ha raccolto già 1.100.000 firme per la petizione pubblicata su https://www.orabasta.info/, indirizzata al rispettato ministro Roberto Speranza.

La petizione chiede di “non legiferare su alcun obbligo vaccinale covid, nè diretto nè indiretto (“patentino”)” che “secondo notizie di stampa, a breve il ministro Speranza proporrà”, introducendo “una patente che ci darà la possibilità di spostarci da una regione all’altra e da uno Stato all’altro.”

Si legge nel testo della petizione che “ 1. Nessuno può imporre un vaccino. Si tratta di libera scelta, come garantito dalla costituzione e da trattati internazionali

2. Nessuno può venir ricattato su salute e diritti (“non viaggi se non vaccinato”). Le libertà fondamentali sono garantite dalla Costituzione

3. Il vaccino covid è pericoloso. È quindi vostro compito invece tutelare chi lo vorrà fare, costringendo i produttori alla sicurezza ed al risarcimento danni. Perchè non parlate, nè deliberate mai su tali importantissimi temi? Perchè tutelate le case farmaceutiche invece dei cittadini?”

Al ministro Speranza quindi “vogliamo anche dire” continua il testo “che dovrebbe forse meditare in coscienza e studiare la storia. Le iniezioni di Stato furono uno dei peggiori crimini del regime nazista ed è così che nacque il codice di Norimberga. L’inviolabilità del corpo e della dignità della persona sono costati due guerre mondiali e milioni di morti. Pare incredibile, agli scriventi, che Lei possa anche solo pensare di distruggere tale conquista di civiltà ed infangare così per sempre il nome della Sua famiglia. La preghiamo quindi di dimettersi immediatamente, così non sarà più sottoposto agli evidenti ricatti internazionali ai quali Lei non riesce a sfuggire. Sia un vero italiano, abbia un pò di coraggio e salvi almeno la Sua dignità”.

“Sappiate” continua la petizione “che mai accetteremo alcun compromesso in tal senso e che lotteremo con tutti i mezzi per difendere la nostra salute e le nostre famiglie. Trovate in allegato l’elenco dei cittadini che hanno firmato questa mail di richiesta e sul sito www.orabasta.info la petizione. Vi preghiamo quindi di decidere in coscienza ed amore per il Paese e per tutti gli abitanti che vi hanno dato fiducia nella gestione del bene pubblico. Siamo sicuri che non vorrete rimanere nella storia come italiani i cui nomi saranno infangati per sempre”.

E poi conclude: “Avete ignorato la petizione precedente (più di 800.000 firme) contro la proroga dello Stato di emergenza ed avevamo ragione noi, il popolo: non vi è alcuna emergenza. Siamo sicuri che questa petizione troverà ancor maggior consenso, non darci ascolto sarà a Vostro definitivo perimento. Il popolo è sovrano, noi rispettiamo la Costituzione. E Voi?”.

Commenti
    Tags:
    covidpetizione contro obbligo vaccinoobbligo vaccinano obbligo vaccinopatentino vaccino
    Loading...
    Loading...
    in evidenza
    De Magistris:"Vaccinare tutti, anche i migranti. Altrimenti è discriminazione"

    Cronache

    De Magistris:"Vaccinare tutti, anche i migranti. Altrimenti è discriminazione"

    i più visti
    in vetrina
    Elettra Lamborghini senza il reggiseno. Wanda Nara esplosiva e...

    Elettra Lamborghini senza il reggiseno. Wanda Nara esplosiva e...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Jeep® Wrangler 4xe plug-in hybrid,ordinabile in Italia

    Nuova Jeep® Wrangler 4xe plug-in hybrid,ordinabile in Italia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.