A- A+
Coronavirus
Vaccini, la furia del governo contro il Cts: "Gli open day? Erano da evitare"
Roberto Speranza lapresse

Vaccini, la furia del governo contro il Cts: "Gli open day? Erano da evitare"

Il Coronavirus in Italia continua a far paura, tutti i dati sono in calo ma il rischio resterà elevato finchè non sarà raggiunta l'immunità di gregge. Per questo è necessario aumentare le somministrazioni di vaccini, ma è anche stato l'errore costato caro alla giovane 18enne di Sestri Levante, morta a causa di una trombosi post vaccino AstraZeneca. Il governo ora - si legge sulla Stampa - si scaglia contro il Cts: "Gli Open day erano da evitare". Nel mirino finiscono anche i presidenti delle Regioni, che per finire le scorte non hanno tenuto conto dei rischi.

Nelle ultime tre settimane - prosegue la Stampa - sono state somministrate un milione e 423 mila dosi di AstraZeneca e J&J, ma di queste ben 940 mila dosi sono andate alle fasce di età da 30 a 60 anni e altre 163 mila a quelle dai 18 ai 29. Solo 300 mila sono state utilizzate per gli over 60, per i quali erano raccomandate. Ieri, intanto, è stata superata la soglia dei 40 milioni di dosi. Ora bisognerà capire questo ennesimo pasticcio che effetti avrà sulle prenotazioni per i prossimi giorni.

Commenti
    Tags:
    vaccinivaccinogovernoopen dayctsvaccino astrazenecacoronavirusemergenza coronaviruscoronavirus newsastrazeneca giovaniastrazeneca controindicazioni
    Loading...
    in evidenza
    Wanda Nara, giungla "bollente" Foto che lasciano a bocca aperta

    Lady Icardi da sogno

    Wanda Nara, giungla "bollente"
    Foto che lasciano a bocca aperta

    i più visti
    in vetrina
    Belen: "Sono sparita dai social, è vero, ma c'è un motivo: sono gelosa"

    Belen: "Sono sparita dai social, è vero, ma c'è un motivo: sono gelosa"


    casa, immobiliare
    motori
    Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

    Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.