A- A+
Costume
L'Inghilterra censura i porno. Protesta in piazza: si mima il sesso

La protesta era subito nata ma ora sta arrivando in piazza. Venerdì oltre 500 persone si ritroveranno alle 12 sotto Westminster, a Londra, per manifestare contro le nuove leggi inglesi che censurano dai film porno prodotti in Gran Bretagna gran parte degli atti sessuali comuni e consensuali. Due esempi? Eiaculazione femminile e  “face-sitting”. I manifestanti urleranno, mostreranno cartelli e simuleranno (vestiti) anche le pratiche proibite (uno 'show' detto Sex Factor). Non manca l'hashtag sui social: #PornProtest.

A organizzare tutto è stata Charlotte Rose, ex-dominatrice e attualmente terapista che aiuta disabili e coppie ad avere una vita sessuale salutare: "Questa nuova legge - spiega - è il tentativo sessista di rendere patologici alcuni comportamenti sessuali. Non tiene conto della libertà personale e del consenso dell’individuo".

Proprio venerdì il liberal-democratico Julian Huppert proporrà in Parlamento l’abrogazione della legge.

Tags:
censurapornoprotesteinghilterra

i più visti

casa, immobiliare
motori
MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat

MÓ eScooter 125, il primo scooter completamente elettrico di Seat


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.