A- A+
Costume
Chanel sempre più green: addio pelli di coccodrillo, serpente, lucertola

La casa di moda francese Chanel smetterà di usare pellicce e pelli di animali esotici. Lo ha annunciato Bruno Pavlovsky, presidente 'global fashion' di Chanel, al quotidiano tedesco Handelsblatt. In futuro Chanel lavorarà solo pelli di animali già utilizzati nella produzione alimentare. L'uso di pelli di animali esotici come coccodrilli, lucertole, serpenti e razze dovrà essere interrotto, poiché è sempre più difficile documentare la loro provenienza. I clienti sono sempre più interessati a standard di produzione etici e ha saperesa l'origine dei materiali e le condizioni in cui sono tenuti gli animali, ha aggiunto Pavlovsky.

Commenti
    Tags:
    chanel greenchanel coccodrillichanel serpentichanel svolta green
    in evidenza
    "Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

    Affari al Festival dell'Economia

    "Professione Manager". Perrino ospita Scaroni e Fiorani

    i più visti
    in vetrina
    Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane

    Simest, la qualità a supporto della competitività delle esportazioni italiane


    casa, immobiliare
    motori
    Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica

    Arriva in Italia nuova Kia Niro, silenziosa ed ecologica


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.