A- A+
Costume
matrimonio gay
 

Una coppia gay su dieci si reca all'estero per cercare di adottare un bambino. Lo rivela una ricerca di Familylegal rilevando un aumento negli ultimi 12 mesi delle coppie omosessuali che si sono trasferite dall'Italia in altri paesi per l'adozione. Mentre numerosi Paesi europei, fra cui Spagna, Francia e Inghilterra hanno gia' da tempo riconosciuto non solo il diritto di sposarsi per le coppie omosessuali, ma stanno regolamentando anche l'adozione, l'Italia resta il fanalino di coda quanto al riconoscimento dei diritti delle coppie omosessuali, che, al momento, non godono di nessuna tutela. In Italia e' sicuramente Milano a guadagnarsi il podio dei trasferimenti a scopo 'adozione': 45 coppie che solo nel 2013 partendo dalla citta' meneghina hanno effettivamente portato a termine la domanda di adozione e di una coppia su 10 che si e' documentata a tal fine.

L'iter e' piuttosto lungo: va considerato, spiega Familylegal, che in Spagna per poter inoltrare la domanda di adozione e' necessario essere residenti da almeno 3 anni (che iniziano a decorrere dal deposito presso la casa comunale della documentazione necessaria a stabilirsi in loco, e non dalla stipula di un contratto di affitto, che puo', invece, avvenire anche dopo parecchio tempo). A differenza di altri procedimenti, poi, e' necessario provare un consolidato legame con il territorio dato, ad esempio, da un lavoro. Solo se vi sono queste due condizioni puo' essere avviato l'iter di verifica di conformita' della coppia, che passa attraverso step simili a quelli previsti in Italia per le coppie sposate eterosessuali", spiega ancora Puglisi.

Una volta perfezionatasi l'adozione, i genitori potranno far rientro in Italia portatosi dietro il minore, ma solo uno di essi potra' risultare per l'anagrafe come genitore adottivo ed esercitare cosi' la patria potesta'. Discorso diverso, invece, vale per chi intraprende il percorso adottivo in paesi extra UE (come il Canada): in tal caso, infatti, il tutto si complica perche' andra' avviato in Italia l'iter per il ricongiungimento familiare. Secondo l'Associazione Familylegal, sono sempre di piu' i gay e le lesbiche che, in assenza di un riconoscimento in Italia, decidono di chiedere un trasferimento all'estero per sposarsi e adottare. In Spagna, secondo i dati ufficiali raccolti dall'associazione di famiglie LGBT Galehi, sarebbero 300.000 i figli con almeno un genitore omosessuale. Il diritto per le coppie gay di sposarsi e adottare bambini e' riconosciuto dal 2005 e, gia' dalla fine degli anni ottanta, la fecondazione assistita eterologa e' possibile anche per i single.
 

Tags:
coppiegayadozioni

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.