A- A+
Costume
donne salute bellezza 02

Chi passerà per le strade di Roma, Trieste, Bologna, Le Havre, Mortara, Nardò, Torino, Catania, Milano, Brescia, Modena, Firenze, Pavia, New York, Lione, Barcellona o Parigi durante la giornata di oggi, lunedì 13 maggio, noterà probabilmente gruppi di persone intente a svolgere attività inconsuete: gare di lentezza, tai chi e yoga all’aperto, letture e spettacoli pubblici, proiezioni di diapositive a tema, racconti di fiabe e di viaggi, giochi di strada, multe ai passanti troppo frettolosi, degustazioni di cibi leggeri, concerti improvvisati, pedalate in città, aperitivi letterari, passeggiate lente sotto le stelle, con o senza asinelli.

Oggi più che mai sentiamo l’esigenza di recuperare l’aspetto contemplativo della vita, di rallentare per poter godere delle piccole gioie della quotidianità: un amico, un sorriso, due chiacchiere. Per ricordarcelo, L'Arte del Vivere con Lentezza Onlus organizza la Giornata Mondiale della Lentezza, un appuntamento annuale, giunto ormai alla settima edizione, che invita a fermarsi, a rallentare, ad alzare lo sguardo e prendersi del tempo per riscoprire l’autenticità dei gesti e degli attimi che accompagnano la nostra vita.

LE ORIGINI A MILANO - La Giornata Mondiale della Lentezza, realizzata con il patrocinio del Comune di Milano e grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo, prevede numerose iniziative, in Italia e in giro per il mondo, che a partire dal 13 maggio, per un’intera settimana, ci aiuteranno a riappropriarci del nostro tempo e del valore della condivisione.

Milano, città in cui è nata la Giornata Mondiale della Lentezza, torna a essere per quest’anno la capitale del movimento e il centro della manifestazione, riconoscendo e valorizzando quanto abbia fatto per migliorare la vita dei cittadini in materia di mobilità, ambiente e convivenza.

Oggi prendono il via la Maratona Lenta organizzata da Florilegio onlus e una improvvisazione di tai chi chuan all’aperto, a cura di Walter Lorini e altri sei maestri, alla quale potranno partecipare i cittadini presenti e chiunque fosse interessato. Seguiranno il consueto appuntamento con il passovelox, le multe-intervista ai passanti che percorrono – frettolosamente – la strada, e la distribuzione dei bicilenti, i comandamenti del buon ciclista, e dei segnapensieri, prodotti dai detenuti della Casa Circondariale Torre del Gallo di Pavia; il tutto accompagnato dalle note delle arpiste Roberta Pestalozza e Azzurra Giudici e da una tazza di caffè offerta da Il Tempo Lento di un Caffè Ristretto.

L’Accademia del Gioco Dimenticato proporrà dei giochi sostenibili che richiamano le tradizioni del passato. Il Progetto Girasole, un’opera collettiva, open source e di riuso, nato dalla collaborazione tra il designer Francesco Argenti, Vivere con Lentezza e Frattozero, che consente di trasformare la propria bicicletta in un mezzo a pedalata assistita a ricarica solare, permettendone l’utilizzo prolungato e quotidiano a persone di tutte le età, sarà presentato per la Giornata.

Anche le arti sposano la lentezza: il teatro Franco Parenti, infatti, offrirà uno sconto a chi, presentandosi al botteghino, scandirà la parola l-e-n-t-e-z-z-a per lo spettacolo Una specie di Alaska. Lo Spazio Altavia ospiterà la mostra 13 Esterni con vista del fotografo Ivan Sarfatti dalle 19.00.

La piccola libreria di quartiere di Largo Mahler allestirà una vetrina lenta, mentre Il Foglio Clandestino il 12 maggio presenterà alla libreria Tadino Poeti e aforisti in Finlandia. Lo stesso giorno, Vivere con Lentezza sarà al Cyclopride per sottolineare l'idea di una città lenta e gentile, mentre il Movimento Lento guiderà una visita per i viali del Monumentale di Milano.

Martedì 14 maggio, alle 18.30, al Boccascena Caffè, Modelli di Comunicazione organizzerà un emozionante aperitivo: Elena De Dionigi racconterà come sia nato il suo libro Prima di volare via - Quello che l'Alzheimer non ci può rubare. Giovedì 16 maggio alle 18.00, Marie- Noëlle Terrisse terrà una lezione gratuita di yoga.

Sono inoltre previsti nei giorni 15 e 17 maggio nell'aula Magna dell'Istituto Schiaparelli di Milano due  incontri con gli studenti sul tema L’India – un mondo che corre con lentezza.

Con la Giornata Mondiale della Lentezza, la parola d’ordine è rallentare, prendersi una pausa, riconsiderare il ritmo della propria vita per non farsi travolgere dallo sconforto e dalla frenesia, nella vita privata, nel lavoro, nel tempo libero.

Bruno Contigiani, presidente de L’Arte del Vivere con Lentezza, che conta oltre 400.000 aderenti in Italia e nel mondo, spiega: “Accelerare, reagire di scatto, vivere a folle velocità appartengono a un modo di comportarsi comune, a cui la maggior parte delle persone è assuefatta, che arreca danni all’ambiente, all’economia, alla società e alla vita stessa di ogni singolo individuo. E' fondamentale fermarsi per riflettere su dove si stia correndo, alzare lo sguardo, ascoltare, ritrovare il piacere di comunicare guardandosi negli occhi, fare un pausa, prendersi del tempo da dedicare a se stessi e agli altri”.

 

Tags:
giornatalentezzamondiale

i più visti

casa, immobiliare
motori
Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford

Mustang Mach-E: Il primo SUV completamente elettrico di Ford


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.