A- A+
Costume
Vinton Cerf, l'evangelizzatore di Google: "Porterò Internet tra le stelle"

Vinton Cerf è una leggenda vivente di Internet. A 70 anni lo scienziato americano è considerato uno dei padri della Rete. Negli Anni Settanta ha lavorato infatti alla creazione di Arpanet, progetto della US Army che diede vita alla prima rete di comunicazione dati "a pacchetto" e che è l'origine del famoso protocollo di trasmissione "TCP / IP", base del www. Ha anche prestato servizio presso i principali organismi di controllo di Internet, ISOC e ICANN , che lui stesso ha contribuito a creare.

Nel 2005  è stato assunto vice-presidente di Google nonché "capo evangelista" della società. Che cosa significa? Lo ha spiegato lui stesso al quotidiano Le Monde, durante una sua visita a Parigi per inaugurare il centro culturale della società. "Il mio lavoro è un "work in progress ". Io cerco di convincere i governi e le aziende ad adottare Internet. E' una sfida importante soprattutto nei paesi in via di sviluppo, dove ci sono quattro miliardi di persone da convincere. Mi occupo anche della governance di Internet e partecipo ai gruppi di ricerca "Google X Lab", da cui sono nati progetti come i Google Glass e le auto senza pilota".

Un centro culturale per Google: quali ambizioni avete nel mondo della cultura? "L' idea è quella di utilizzare la tecnologia per rendere la cultura accessibile al mondo  Abbiamo creato una fotocamera con risoluzione di un gigapixel. Grazie a questa apparecchiatura, siamo in grado di raggiungere un livello di dettaglio senza eguali, un'esperienza assolutamente inaccessibile in musei dove i capolavori vengono spesso tenuti dietro uno spazio protettivo. Nel centro culturale, invece, abbiamo uno schermo gigante che sfrutta l'incredibile risoluzione della fotocamera".

Qual è la sua visione della Rete da qui a a dieci anni? "C'è una chiara tendenza: la dominazione del cellulare. La questione è se si utilizzeranno le trasmissioni radio o le reti in fibra ottica. C'è anche l'Internet degli oggetti: si può immaginare che le città intelligenti sapranno dedurre informazioni sul nostro comportamento, il nostro consumo di energi , il traffico... Ma soprattutto mi sta a cuore il progetto interplanetario Web di comunicazione tra le diverse stazioni spaziali, già operativo. Il mio nuovo sogno è quello di collegare la Terra alla stella più vicina di fuori del nostro sistema solare in soli 100 anni. Ci vogliono 65 mila anni oggi per fare questo viaggio. Una volta lì penseremo a come trasmettere le informazioni sulla Terra. Stiamo lavorando su un laser ultra-potente che potrebbe inviare il segnale. Questa è fantascienza, lo so, ma è molto stimolante".

La macchina potrà diventare l'equivalente dell'uomo nel prossimo futuro? "Io sono scettico. Ma abbiamo compiuto notevoli progressi nel riconoscimento vocale. E anche nella ricerca semantica delle parole: grazie alle ricerche di dati accumulate dagli utenti di Google, ora è possibile trovare le informazioni a partire dal significato delle parole piuttosto che dalla parola stessa".

Tags:
vinton cerfgoogleinternet
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.