A- A+
Costume
Le città italiane più vivibili? La top ten di Legambiente

Verbania, Belluno, Bolzano, Trento, Pordenone, L'Aquila, Perugia, Oristano, La Spezia e Venezia: sono queste le dieci città italiane più vivibili secondo la XXI edizione di 'Ecosistema Urbano', il rapporto di Legambiente su 104 capoluoghi italiani. Gli indicatori selezionati per confrontare le città italiane sono stati 18 e hanno riguardato la qualità dell'aria, la gestione delle acque, i rifiuti, il trasporto pubblico, la mobilità, gli incidenti stradali e l'energia.

Ma i risultati non sono così eccellenti: Trento, ad esempio, ha valori eccessivi di biossido di azoto, Verbania e Belluno perdono un terzo dell'acqua immessa in rete, Pordenone depura poco più della metà dei suoi scarichi fognari.

Tags:
legambientecittàvivibili
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Pnrr e opportunità per le Pmi CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri

Pnrr e opportunità per le Pmi
CorporateCredit, l'intervista al Ceo Giordano Guerrieri


casa, immobiliare
motori
Jeep Compass: grazie agli incentivi è ancora più facile sceglierla

Jeep Compass: grazie agli incentivi è ancora più facile sceglierla


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.