A- A+
Costume
divorzio
 

Le vacanze di Natale non sempre sono sinonimo di serenità, specie se si parla di coppie separate. Relax, un po' di shopping, pranzi e cene con amici e parenti sono gli impegni principali di questo periodo, ma questo vale solo se entrambi i genitori convivono sotto lo stesso tetto. Se invece la coppia è già separata o in fase di separazione, le cose cambiano e questo periodo dell'anno spesso diventa uno di quelli di maggiore conflittualità tra genitori: organizzare le vacanze portando con sé i figli, infatti, può celare insidie di tale gravità da scoraggiare anche i genitori più volenterosi.

"È proprio nei periodi di festività, così come per le vacanze estive, che registriamo un acuirsi dei contrasti tra le coppie già separate, poiché, nella stragrande maggioranza dei casi, emergono 'disaccordi' organizzativi che portano al litigio - spiega l'avvocato Lorenzo Puglisi, Presidente dell'associazione Familylegal - E a farne le spese sono inevitabilmente i figli".

Dal 2006, la legge che regolamenta l'affido condiviso prevede espressamente il diritto dei figli minorenni di condividere i periodi di festa con entrambi i genitori nell'ottica di rendere il meno dolorosa possibile la disgregazione familiare. Ciò nonostante, la legge, seppur ben strutturata, non è in grado di placare il vertiginoso aumento delle liti che si registra a partire alla seconda settimana di dicembre e si protrae fino all'epifania. "Secondo i dati raccolti dal nostro osservatorio, si stima che il 35% delle richieste annuali di modifica dei provvedimenti di separazione già in essere si registri a cavallo tra dicembre e gennaio proprio per motivi legati alla gestione dei figli e nel 60% dei casi le coppie non riescono ad accordarsi sino all'ultimo, violando l'onere di definire il tutto entro la fine di settembre (mese che normalmente viene indicato come limite massimo per organizzarsi)", puntualizza in merito Puglisi.

I motivi sono molteplici: si va dai genitori inerti che nonostante la disponibilità economica non se la sentono di impegnare risorse per trascorrere del tempo con i figli, a quelli che preferiscono riposarsi in compagnia di nuovi compagni o compagne trascurando l'esigenza dei figli stessi.

"L' 'egoismo genitoriale', tuttavia, non si ferma qui - prosegue Puglisi - se in passato, infatti, si è assistito all'uso indiscriminato di certificati medici di favore per impedire all'ex coniuge di portare con sé i bambini, si assiste, oggi, ad una tendenza ancor più deprimente per cui è il genitore stesso che si dà malato pur di essere esonerato dall'onere di portare i figli con sé in vacanza".

Ebbene, chi non rispetta i patti, rifiutandosi di accudire i figli nel periodo di vacanza eludendo di fatto quanto stabilito dal giudice, non solo commette un illecito civile, ma anche un reato, come ha precisato più volte anche la Corte di Cassazione. Per questo, a decorrere dall'epifania, si assiste ad un aumento del 30% delle denunce a seguito delle quali, almeno nel 50% dei casi, conseguono processi penali a carico di un genitore, magari anche a distanza di uno o due anni.

L'Avvocato Puglisi nel 2010 fonda l'associazione SOS Stalking (www.sos-stalking.it), il primo sportello telematico in Italia in grado di offrire una consulenza diretta, sia legale che psicologica, alle vittime di stalking, di cui è anche Presidente. Nel 2012, dopo aver conseguito una specializzazione in diritto di famiglia e diritto minorile, crea il marchio "FamilyLegal" (www.familylegal.it) con il quale vengono promossi servizi legali connessi alla sfera familiare, tra cui separazioni e divorzi (anche all'estero), regolamentazione delle coppie di fatto, successioni, adozioni nazionali e internazionali. A febbraio 2013 viene inaugurato il portale SportLegal (www.sportlegal.it), che vanta un team di avvocati interamente dedicato alla legislazione sportiva.

 

Tags:
nataledivorziseparazionilitigi
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Virtuo il noleggio 100% digitale viaggia in Mercedes

Virtuo il noleggio 100% digitale viaggia in Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.