A- A+
Costume

Prima erano i Beatles. Poi i Duran Duran. Poi è stata la volta dei Take That, solo per citarne alcuni. Passano i decenni, cambiano le band... Ma il fenomeno delle ragazzine in delirio per il gruppo musicale del momento rimane immutato. Ieri sera è stata la volta degli One Direction a Milano, dopo il bagno di folla di Verona la sera prima. Era il secondo appuntamento italiano del "1D Take me home World Tour", che ha avuto in programma quasi un concerto al giorno in ogni angolo d'Europa con inizio a Londra lo scorso febbraio.

GUARDA I VIDEO


 
Il MediaForum di Assago era stracolmo di ragazzine in delirio, almeno 13mila, a cui si aggiungoevano migliaia di fan disperate rimaste fuori. Dopo lo show si sono formati dieci km di coda in tangenziale con le auto dei genitori che andavano a riprendere le figlie. Due ore di spettacolo scandito dai cori "We love you" che risuonavano dalla platea e dagli spalti. Video introduttivi, tweet in finta diretta con le richieste per i magnifici cinque, balli, dialoghi e battute fino all'annuncio del prossimo stadium tour.

Tags:
one directionforumassagoconcerto
in evidenza
Condizionatori, scegliere i migliori Tutti i consigli per risparmiare

Caldo record e rincari

Condizionatori, scegliere i migliori
Tutti i consigli per risparmiare

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo: torna l’entrata gratuita nei musei della Banca

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo: torna l’entrata gratuita nei musei della Banca


casa, immobiliare
motori
Honda Civic e:HEV: l’ibrida in chiave sportiva

Honda Civic e:HEV: l’ibrida in chiave sportiva


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.