A- A+
Costume
Da Belen al caso Neymar, il selfie è un pericolosa ossessione... FOTO

Selfie-mania. Dilaga - tra i vip e non - la tendenza a scattarsi foto con lo smartphone in ogni momento della vita privata, condividendole subito sui social netowrk dove spesso, però, le proprie intenzioni vengono fraintese. E così l'autoscatto si trasforma in una sorta di boomerang che può rovinare la reputazione e la vita dei suoi protagonisti.

Il caso più eclatante, proprio di questi giorni, riguarda Neymar e l'infermiera che ha filmato l'arrivo in barella del calciatore all'ospedale Sao Carlos di Fortaleza e poi si è scattata un selfie facendo il segno della vittoria. E' stata licenziata per "non aver protetto la privacy di un paziente". 

E poi c'è l'incidente sentimental-diplomatico causato da Belen all'attore Fabio Troiano e alla sua fidanzata, come raccontato da Affari (leggi). Lui stesso, tra il serio e faceto, ha raccontato: "Belen si diverte a mettere video e foto sui social network. Quando la mia ragazza li ha visti ha subito minacciato di lasciarmi..."

Di ieri, invece, il selfie in bikini di Anna Tatangelo, che ha scatenato la reazione dei fan. Tantissimi i complimenti, ma anche le critiche.

E allora, proprio mentre il sito popfixx.com stila la classifica dei 19 selfie più brutti della storia, ecco il  vademecum del garante della Privacy per evitare di rovinarsi la vita con un selfie apparentemente innocente.

1. Selfie e dintorni -  Non tutti vogliono apparire online, soprattutto se le immagini possono risultare in qualche modo imbarazzanti. E' sempre meglio prima accertarsi che tutte le persone ritratte siano d'accordo.

2. No alla geolocalizzazione - Per gli amanti della riservatezza il suggerimento è disattivare le opzioni di geolocalizzazione di smartphone e tablet, oltre a quelle dei social network eventualmente utilizzati.

3. Ladri social - Rivelando pubblicamente sui social network che si è in vacanza si potrebbe far sapere ad eventuali malintenzionati che la propria casa è vuota. Meglio evitare di postare sul web informazioni troppo personali, come l'indirizzo di casa o la foto del posto dove si parcheggia di solito l'automobile.

4. Viaggi o "pacchi" - Attenzione alle offerte di sconti straordinari su viaggi e affitti di case per le vacanze - da ottenere compiendo determinate operazioni, come, ad esempio, cliccare su link, fornire dati personali o bancari - che possono arrivare via social network, e-mail, sms, sistemi di messaggistica. Virus informatici, software spia e phishing possono essere in agguato. Inoltre, per evitare i rischi di furti di identità, meglio essere prudenti con i pagamenti on-line.

5. Attenzione alle app - Questi prodotti software possono  nascondere virus o malware (cioè, software pericolosi). Per proteggersi, buone regole sono: scaricare le app dai market ufficiali; leggere con attenzione le descrizioni delle app (se, ad esempio, nei testi sono presenti errori e imprecisioni, c'è da sospettare); consultare eventuali recensioni degli altri utenti; evitare che i minori possano scaricare le app da soli.

6. Wi-fi gratuito, ma con prudenza - Le connessioni offerte da locali, stabilimenti balneari e hotel potrebbero non essere sufficientemente protette. 

7. Navigare protetti - Aggiornamenti software costanti e programmi antivirus, magari dotati anche di anti-spyware e anti-spam, possono essere buone precauzioni per evitare furti di dati o violazioni della privacy.

8. Smartphone e tablet sicuri -  Per proteggere i dati che contengono, nel caso di furti, conviene impostare un codice di accesso non banale e conservare con cura il codice IMEI, che si trova sulla scatola al momento dell'acquisto. Prima di partire si potrebbe fare un backup di tutte le informazioni (numeri di telefoni, foto, ecc.) su "chiavette" o hard disk esterni, oppure trasferirli sul cloud.

9. Sms e messaggi via smartphone e social network -  Alcuni potrebbero contenere virus, malware o esporre al rischio di spam. E' sempre bene fare molta attenzione prima di scaricare programmi, aprire eventuali allegati o cliccare link contenuti nel testo o nelle immagini dei messaggi.

10. La miglior difesa? Usare sempre con consapevolezza e attenzione le nuove tecnologie e gestire con accortezza i nostri dati personali. Per maggiori informazioni, è possibile consultare anche la sezione Diritti e Prevenzione del sito web www.garanteprivacy.it e le campagne di comunicazione del Garante "Fatti smart", "Connetti la testa" e "Spam: come difendersi".

 

selfie peggiori (1)Fonte: imgur
Guarda la gallery - Alcuni dei peggiori selfie secondo popfixx.com 

LE VIP E IL SELFIE - ECCOLE TUTTE

naike rivelli scogli (4)

Guarda la gallery - Naike Rivelli

alessia marcuzzi  (1)Alessia Marcuzzi  - Guarda la gallery

martina colombari palestra ape

Guarda la gallery - Martina Colombari

satta facebookGuarda la gallery - Melissa Satta

 

sara tommasi (1)Guarda la gallery - Sara Tommasi 
 
elisabetta canalis apeElisabetta CanalisGuarda la gallery
 
belen pilates 500 (2)
Belen Rodriguez - Guarda la gallery
 
martina colombari mare (2)Guarda la gallery - Martina Colombari

 
elisabetta gregoraci apeElisabetta GregoraciGuarda la gallery
 
Tags:
selfieneymartatangelo

i più visti

casa, immobiliare
motori
Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021

Andrea Vesco e Fabio Salvinelli vincono la 1000 Miglia 2021


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.