A- A+
Costume
Sesso nei bagni per pochi euro. Boom di baby prostitute a scuola

"E' una piaga sociale come quella della droga negli Anni Novanta". A lanciare l'allarme sulla prostituzione delle minorenni sono alcune associazioni francesi. Sarebbero almeno 6mila, forse 8mila, le ragazze che si prostituiscono in Francia nei bagni della scuola oppure nel loro quartiere. Dai racconti emerge che sono disposte a praticare atti sessuali in cambio di quindici euro o poco più, oppure di una ricarica telefonica. A volte lo fanno anche con più amici contemporaneamente. 

L'ITALIA - Un fenomeno che anche in Italia è preoccupante. A Milano era nato il termine di "ragazze doccia": otto adolescenti che avrebbero fatto sesso in cambio di oggetti nelle scuole milanesi. Tutti i giorni, così come si fa la doccia: da qui il soprannome coniato dai loro coetanei. 

IL SONDAGGIO - Secondo un sondaggio di Skuola.net condotto la scorsa estate su 3mila ragazzi, il 15% di loro, quindi uno su 6, è a conoscenza di casi di baby squillo nel suo istituto. Di questi, circa il 30% ha addirittura avuto rapporti sessuali con loro. Addirittura il 60% di questi ultimi afferma che non si tratta di casi isolati e che ci sia più di una studentessa a vendere il suo corpo in cambio di soldi, ricariche e abbigliamento. Il 46% degli intervistati totali invece non si pronuncia sul fenomeno: nel suo istituto non esiste, e se esiste lui non ne è a conoscenza. 

Il fenomeno non scandalizza i ragazzi, tanto che un 10% di loro, pur non avendo mai avuto esperienze di questo tipo, dichiara che, in caso, non si tirerebbe indietro. E addirittura tra quel 15% di studenti che sa delle baby squillo fra i banchi della sua scuola, il 30% dichiara di aver avuto rapporti sessuali con loro: il 25% più di una volta, mentre il 5% solamente una. 

L'ESPERTA - Come ha spiegato Maria Martello, psicologa e mediatrice esperta di affettività e rapporti interpersonali, in un'intervista ad Affaritaliani.it, "il sesso ha perso qualsiasi valore e significato. "E' come mangiare un hamburger, fare un po' di ginnastica. Anzi, per metterla sul piano del guadagno, è molto meglio che fare la babysitter o un'esperienza di lavoro.

Un cambiamento culturale che "è coinciso anche con  il proliferare di tante trasmissioni tv e di altrettanti scandali legati a politica e festini, a cui parte dell'opinione pubblica si è letteralmente abituata. Non solo le donne hanno interiorizzato il valore del loro corpo come prevalente su quello della persona, ma anche gli uomini sono rimasti sempre più ingabbiati nell'idea che l'unica cosa che possono permettersi nella vita è un corpo da pagare, usare e buttare".
 
"Siamo alla più totale anaffettività - prosegue Maria Martello -. La gravità di quel che sta succedendo è l'allontanamento forse definitivo delle nuove generazioni dalla possibilità di amare ed essere amati".

Nessun giudizio morale, ma uno sguardo di "tenerezza" verso queste ragazzine:  "Ci mostrano a specchio i limiti della nostra capacità di educatori e ci lanciano un'ultima richiesta di aiuto. Va recuperata l'idea del progettarsi come persone e del conquistare le cose che si desiderano. Altrimenti si butta alle ortiche il bisogno di essere animali sociali, come diceva Aristotele, ovvero individui felici nella relazione. Così è in atto il tradimento del valore umano".

In foto una scena del film "Lolita" del 1997

 

Tags:
sessoscuolaeuroprostitutebabyprostituzione
Loading...
in evidenza
Wanda Nara, giungla "bollente" Foto che lasciano a bocca aperta

Lady Icardi da sogno

Wanda Nara, giungla "bollente"
Foto che lasciano a bocca aperta

i più visti
in vetrina
Meteo, c'è la data. Temporali e fresco tornano. Ecco quando

Meteo, c'è la data. Temporali e fresco tornano. Ecco quando


casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce

Alfa Romeo: Giulia e Stelvio Web Edition, pensate per l’e-commerce


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.