A- A+
Costume
Fare sport non fa bene solo al fisico. Rende più produttivi al lavoro
Tia Mowry

Per 8 lavoratori su 10 compiere attivita' fisica regolare permette di ottenere migliori risultati anche in ufficio. Eppure solo un terzo dei datori di lavoro permette di praticare sport durante l'orario lavorativo e appena il 37% mette a disposizione una palestra o attrezzature sportive in azienda. E' quanto emerge dal Randstad Workmonitor, l'indagine sul mondo del lavoro realizzata in 33 Paesi del mondo nel primo trimestre 2014 da Randstad, seconda azienda al mondo nel mercato delle risorse umane, da cui emerge una particolare attenzione dei lavoratori italiani al benessere psico-fisico e al mantenimento di uno stile di vita sano.

Il Randstad Workmonitor e' realizzato attraverso un sondaggio sottoposto ai lavoratori dipendenti dei diversi Paesi di eta' compresa tra 18 e 65 anni, impegnati per un minimo di 24 ore alla settimana. "I lavoratori italiani sembrano fedeli al motto 'mens sana in corpore sano' - afferma Marco Ceresa, amministratore delegato di Randstad Italia - la convinzione che l'attivita' fisica sia di aiuto anche nelle performance di lavoro e' ampiamente diffusa tra i dipendenti di tutto il mondo, ma in Italia si nota una particolare attenzione al benessere psico-fisico, percepito come il frutto di una combinazione di worklife balance e attivita' fisica regolare". Uno stile di vita salutare sarebbe il risultato di un corretto equilibrio tra vita personale e professionale (secondo il 94% dei rispondenti) e della pratica costante di sport e esercizio fisico (per il 91%).

Ma stare in forma incide anche nelle performance sul posto di lavoro: il 78% dei dipendenti italiani rende meglio in ufficio quando compie esercizio fisico o pratica sport regolarmente. Una percentuale superiore alla media globale - pari al 70% - da cui si distinguono i Paesi asiatici e latino-americani, i piu' convinti sugli effetti benefici dello sport anche sul lavoro, e quelli di Nord europa, Nord America e Australia, che si mostrano invece piu' tiepidi. Tra i lavoratori italiani, la convinzione accomuna sia uomini che donne, anche se appare piu' diffusa nella componente maschile (84% degli uomini e 73% delle donne). L'attenzione allo stile di vita salutare si ritrova anche nelle piccole azioni quotidiane: il 74% dei lavoratori italiani ogni giorno sceglie di usare le scale invece dell'ascensore, per restare in forma. Inoltre, la pratica sportiva e' un'ulteriore opportunita' per ritrovarsi con i colleghi, come evidenzia il 56% dei dipendenti a cui piace fare esercizi con i compagni di lavoro: un'abitudine per cui gli italiani si distinguono rispetto alla media globale (48%) ed europea (40%).

Nella gallery in alto Pippa Middleton e altre vip mentre fanno sport

belen pilates 500 (2)Palestra e pilates  per Belen Rodriguez. Così la showgirl argentina ha giustificato su Instagram il suo super-fisico, tornato in forma a tempo di record dopo la nascita di SantiagoGuarda la gallery
Tags:
sportlavoro
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

i più visti
in vetrina
Scatti d'Affari Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli

Scatti d'Affari
Intesa Sanpaolo, apre il nuovo Museo delle Gallerie d’Italia a Napoli


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.