A- A+
Cronache
home

I carabinieri hanno tratto in arresto un cinquantenne cosentino per violenza sessuale continuata aggravata nei confronti della figlia adottiva. I fatti risalgono al 2003, quando una giovane coppia cosentina si e' recata in Bielorussia per un'adozione. I coniugi ottengono l'affidamento di due bambine, rispettivamente di 9 e 10 anni, rinchiuse sin dalla tenera eta' in un orfanotrofio. Nel corso del periodo di frequentazione, della durata di un mese, le bimbe hanno dormito alternativamente con i futuri genitori. In questi frangenti, l'uomo avrebbe iniziato ad abusare della piu' piccola delle due.

Una volta ottenuta l'adozione, l'uomo avrebbe continuato ad abusare della bambina, sottoponendola a ogni tipo di violenza sino alla maggiore eta'. Un incubo che sarebbe durato quasi un decennio. L'attivita' d'indagine della Procura della Repubblica di Cosenza nasce da una confidenza raccolta da una persona vicina alla famiglia adottiva, insospettita dagli strani comportamenti del padre nei confronti delle fanciulle.

Tags:
abusicosenzaadozione

i più visti




casa, immobiliare
motori
Mercedes: il futuro è completamente elettrico

Mercedes: il futuro è completamente elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.