A- A+
Cronache
ragazzina450

Sesso, bugie e video molto pericolosi: una ragazzina innamorata di un compagno di scuola si è filmata in pose osé, ma le immagini sono finite sugli smarthphone di tutta la scuola, dopo che un'altra ragazzina, che è stata arrestata, ha diffuso il video probabilmente tramite WhatsApp.

A essere arrestata con le accuse di "pornografia infantile e vilipendio alla morale" è stata una 14enne che ha semplicemente inoltrato il materiale "hot", mentre la "vittima", 13 anni, che il video l'ha girato da sola, non è stata fermata perchè minorenne, come il compagno che le ha chiesto insistentemente di fare il video, ma che voleva solo prenderla in giro ed è stato il primo a diffondere le immagini.

La polizia è riuscita ad arginare la diffusione del video e hanno spiegato agli studenti coinvolti che chiunque posti, diffonda o mostri materiale con contenuto pornografico a minorenni è un reato. "Abbiamo registrato già diversi casi di foto o video a carattere sessuale, in cui si vedono giovani e che si diffondono in modo virale come vendetta personale o per umiliare o ricatto sessuale", ha avvertito la polizia spagnola.

Tags:
adolescentevideosesso
in evidenza
Automotive, da ALD la svolta Arrivano nuove soluzioni green

Tra mobilità e sostenibilità

Automotive, da ALD la svolta
Arrivano nuove soluzioni green


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica





motori
BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

BMW XM, alte prestazioni a trazione elettrificata

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.