A- A+
Cronache
Ancona, romena truffa un'anziana e le spilla 40mila euro: "Ho perso 3 figli"

Ancona, truffa ai danni di un'anziana: le spilla 40 mila euro. "Aiutami ho perso tre figli", così una romena ha raggirato una 82enne di Falconara

Per cinque anni un'anziana di Falconara, che oggi ha 82 anni, è stata derubata di migliaia di euro. Si tratta di una dipendente postale in pensione da circa 25 anni, che man mano ha visto il proprio patrimonio ridursi all'osso. Ad approfittarsi a lungo della donna è stata una romena di 49 anni, già con reddito di cittadinanza e accompagnamento per il figlio disabile, che non ci ha pensato due volte a far leva sulla sensibilità dell'anziana con subdoli stratagemmi. Come riporta il Corriere Adriatico, la romena (A.S.) avrebbe spinto la donna a cedere alle sue richieste di aiuti economici inventandosi diverse storie tragiche, tra le quali la perdita di altri tre figli piccoli.

L'anziana quindi inizia a versare consistenti somme per alleviarle fatiche e sofferenze. Gli investigatori sono risaliti a una cifra totale di oltre 40 mila euro, recuperati dai carabinieri della tenenza di Falconara guidati dal tenente Michele Ognissanti e sequestrati su ordine del Gip del tribunale di Ancona. 

A.S. aveva individuato l'anziana preda sul sagrato della chiesa dei Frati in piazza Sant'Antonio, a Falconara. Da subito l'anziana inizia a offrirle del denaro, impietosita dal figlio disabile della malintenzionata. Poi comincia una sequela di storie costruite di volta in volta per ottenerne altro e sempre di più. Quindi il racconto dell'esistenza di altri tre figli, uno morto in Olanda con un incidente stradale, e due gemelli morti di ictus a cinque anni.

L'anziana dopo cinque anni si è ritrovata quindi a non avere nemmeno come pagare le bollette o i beni di prima necessità, nonostante la pensione dignitosa. E' così che, dopo diverse confessioni dell'anziana all'ufficio postale delle difficoltà in cui versava, il personale si è rivolto ai carabinieri. Una volta a casa della signora i militari l'hanno convinta a raccontare tutta la storia. Sul comodino della donna è stata perfino trovata una cornice con una foto (ritoccata) della romena che abbracciava due gemellini. I due gemellini, è emerso da una successiva perizia, erano in realtà un unico bimbo duplicato.

Gli investigatori stanno ora ricostruendo tutti i movimenti di denaro verso la romena, in modo da poter formulare le richieste di misura cautelare alla Procura. Alla romena sono stati sequestrati gioielli e numerosi beni costosi, tra i quali un drone di quasi duemila euro e una Bmw X6 con interni in pelle. La truffatrice, alla quale è stato revocato il Rdc, dovrà rispondere del reato di circonvenzione d'incapace, osservando il divieto di avvicinamento. 

 

LEGGI ANCHE

Ronzulli e la rivelazione su Borgonovo: "Mediaset ti paga e tu fai il No Vax"

Lilly, "era lei, aveva un ciuffo chiaro". Avvistata 8 giorni dopo la scomparsa

David Rossi, mail "stasera mi suicidio" scritta il giorno dopo la sua morte

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    anconatruffa
    in evidenza
    Hunziker-Trussardi: è finita “Dopo 10 anni ci separiamo”

    Spettacoli

    Hunziker-Trussardi: è finita
    “Dopo 10 anni ci separiamo”

    i più visti
    in vetrina
    Belen e Stefano insieme dopo la rottura con Antonino: è ufficiale

    Belen e Stefano insieme dopo la rottura con Antonino: è ufficiale





    casa, immobiliare
    motori
    DS Automobiles rinnova la sua partnership con la Fashion Week di Parigi

    DS Automobiles rinnova la sua partnership con la Fashion Week di Parigi


    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.