A- A+
Cronache
Feto

Un nuovo studio che ha coinvolto circa trentamila donne dei paesi del Nord, trattate con farmaci antidepressivi inibitori della ricaptazione della serotonina durante la gravidanza, non ha rilevato alcuna associazione tra il ricorso a queste terapie contro la depressione e il rischio di morte neonatale o post-neonatale. La ricerca e' stata promossa da Olof Stephansson del Karolinska Institute di Stoccolma e pubblicata sulla rivista Jama. "La depressione durante la gravidanza e' abbastanza comune e colpisce un range che va dal sette al diciannove per cento delle donne incinte nei paesi sviluppati", ha spiegato Stephansson.

"La depressione delle neomamme e' stata spesso associata ad una nascita del bebe' qualitativamente inferiore - ha continuato l'autore dello studio - incluso il rischio maggiore di nascita pretermine, fattore spesso correlato ad un aumento delle possibilita' di morte neonatale. Inoltre l'uso di antidepressivi inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina durante la gravidanza e' stato associato ad anomalie congenite e problemi polmonari persistenti nel neonato. La nostra ricerca e' la prima ad occuparsi nello specifico della morte dei bebe' in relazione agli psicofarmaci e ha dimostrato che l'uso di farmaci antidepressivi durante la gestazione non esercita alcun effetto sulle aspettative di vita del neonato". 

Tags:
antidepressivigravidanzabebèneonatodannimamma

i più visti




casa, immobiliare
motori
DS3 E-Tense Crossback:protagoniste alla Marina di Santa Margherita Ligure

DS3 E-Tense Crossback:protagoniste alla Marina di Santa Margherita Ligure


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.