A- A+
Cronache

 

viagra

Ogni 6 secondi un uomo nel mondo prende una pastiglia di viagra per combattere problemi di erezione. Tra pochi mesi, la pillola blu diventerà un farmaco low cost. Grazie alle liberalizzazioni la Pfizer dovrà rinunciare al monopolio e lasciare spazio ai concorrenti.

L’apertura del mercato, scrive Repubblica, avrà un effetto anche sul prezzo. Il consumatore potrebbe risparmiare anche il 40%.

Difficile fare previsioni ma se oggi una confezione da 4 compresse costa 53 euro, potrebbe essere venduta a meno di 20 euro.

“Se i produttori sono tanti - spiega a Repubblica Vincenzo Gentile ordinario di urologia a Roma e primario all’Umberto I - e per alcune statine contro il colesterolo ce ne sono anche venti, la riduzione potrebbe essere più accentuata”.

Ora la Pfizer, che da 15 anni ha il monopolio del viagra, ha alzato il costo: proprio per cercare di arginare le perdite. Con l’apertura del mercato ai farmaci generici potrebbe aumetare anche il numero di consumatori. Il Viagra è uno dei farmaci più venduti anche nel nostro Paese.

"A fine dicembre 2011 erano state vendute 2 miliardi e mezzo di pillole al mondo. L’incasso per la Pfizer è stato stimato in circa 2 miliardi di dollari all’anno.

Nel giro di dieci anni in Italia sono state acquistate 60 milioni di compresse, cioè 4.300 ogni mille uomini con più di 40 anni. Le città dove se ne consuma di più sono Pistoia, Roma e Rimini".

Tags:
viagracialislow costmedicine

i più visti




casa, immobiliare
motori
FIAT presenta il Sanitizing Glove Box: igienizzare piccoli oggetti

FIAT presenta il Sanitizing Glove Box: igienizzare piccoli oggetti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.