A- A+
Cronache

Il presidente della Regione Sardegna e candidato governatore alle prossime elezioni, Ugo Cappellacci e' stato assolto stamane nel processo per la bancarotta della municipalizzata di Carloforte (Sulcis). La sentenza e' stata pronunciata stamane dal gup di Cagliari, Roberta Malavasi. Cappellacci era imputato per fatti che nulla hanno a che fare con la sua carica politica.

Nel corso del processo l'accusa - rappresentata in aula dal pm Giangiacomo Pilia -aveva sollecitato la condanna di tutti gli imputati chiedendo 3 anni di reclusione per il presidente Cappellacci, che dal 2003 al 2006, per diversi periodi e' stato presidente del consiglio di amministrazione della Municipalizzata.

Cappellacci era accusato di bancarotta per una serie di operazioni chiuse tra il 2003 e il 2006 quando il presidente della Regione (dal 2004 al 2008 assessore alla Programmazione e Bilancio del comune di Cagliari) era stato, per diversi periodi, presidente del consiglio di amministrazione della municipalizzata.

Tags:
carlofortecappellacci
in evidenza
Maria Moran mozzafiato, la Diletta Leotta del calcio spagnolo

Lato A e B da urlo. LE FOTO

Maria Moran mozzafiato, la Diletta Leotta del calcio spagnolo


in vetrina
Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile

Automotive, da ALD arrivano nuove soluzioni di mobilità sostenibile





motori
Opel Zafira-e Life, il salotto amato anche dagli amici animali

Opel Zafira-e Life, il salotto amato anche dagli amici animali

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.