A- A+
Cronache
bagnasco (1)

FRANCIA: PARLAMENTO APPROVA PRIMO ARTICOLO LEGGE SU NOZZE GAY - LL'Assemblea nazionale francese ha approvato il primo articolo del controverso disegno di legge che dovrebbe permettere ai gay di contrarre matrimonio e di adottare bambini. Con una schiacciante maggioranza di 249 si' e 97 no, i deputati hanno dato il via libera alla norma che ridefinisce il matrimonio come "un accordo tra due persone di sesso diverso o del medesimo sesso". Il disegno di legge promosso dai socialisti del presidente Francosi Hollande e' avversato dal centro-destra e dal mondo cattolico che il 13 gennaio hanno portato in piazza a Parigi un milione di persone (350mila secondo la polizia). L'approvazione finale della legge, che comprende 14 articoli, e' data per scontata.

MATRIMONI GAY: CARD. BAGNASCO, SIAMO VICINI AL BARATRO "Siamo vicini al baratro". Cosi' il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei e arcivescovo di Genova, circa l'approvazione in Francia del primo articolo del progetto di legge che legalizza i matrimoni omosessuali. A margine del convegno 'Famiglia, risorsa per la chiesa, risorsa per la societa' che si e' svolto questa sera a Genova, il porporato ha aggiunto: "molti paesi europei che hanno ormai varato leggi sbagliate sulla vita, sulla famiglia, sulla liberta' stanno dimostrando che non acquistano in termini di una civilta' piu' umana e solidale, ma, semmai, piu' individualista e piu' regressiva. Dovremmo, noi italiani, il nostro paese, prendere esempio da queste situazioni da questi esiti estremamente pericolosi per non seguirne le orme". "L'Europa - ha affermato il cardinale Bagnasco - ha dimenticato le proprie radici cristiane, le radici della propria cultura e della propria civilta'. Volendo sistematicamente eliminare la religione dal proprio orizzonte crede di conquistare delle liberta' nuove, delle autonomie sconosciute". Il presidente della Cei ha poi ricordato che "e' esperienza universale che la famiglia non e' un qualcosa che lo Stato o l'autorita' abbia mai inventato". Al contrario, "lo Stato ha sempre riconosciuto questa realta', questo valore etico, spirituale, e culturale della famiglia, come la nostra Costituzione molto bene riconosce". Secondo il cardinale Bagnasco, nella nostra societa' si assiste ad una "inversione, per cui la grande capacita' di fare che l'uomo ha assunto grazie alla tecnica, e questo e' in se' un dato positivo, sta diventando la volonta', la pretesa di fare se' stesso". "Quando l'uomo dal poter fare, grazie alla scienza, alla tecnica ed alla ricerca, pretende poi di fare se' stesso, a piacimento, vuol dire - ha detto Bagnasco - che siamo vicino al baratro". Circa la possibilita' che una volta riconosciuto il matrimonio gay si possa arrivare anche all'adozione per le coppie omosessuali, il presidente della Cei ha affermato che "basta guardare gli esempi che ci sono nei Paesi dove tutto questo gia' esiste. E' un fatto inevitabile. Si apre una breccia e, prima o dopo, si allarga fino alla omologazione generale, totale". Si tratta, secondo il cardinale Bagnasco, di "un progetto, una intenzione, un piano che e' presente nella mente di molti solo che, a volte - ha concluso - non si dice per strategia o tattica".

FRANCIA: DI PIETRO, SU NOZZE GAY LEZIONE DI CIVILITA' A ITALIA "La Francia da' una lezione di civilta' all'Italia. L'approvazione dell'articolo 1 della legge sui matrimoni gay e' un'importante conquista sul piano dei diritti". Lo scrive sul suo profilo Facebook Antonio Di Pietro, leader dell'Italia dei Valori e candidato con Rivoluzione Civile Lista Ingroia. "L'Idv e' stata l'unica forza politica a schierarsi in favore dei matrimoni gay, presentando in Parlamento una proposta di legge per estendere il matrimonio civile alle coppie omosessuali. Ci auguriamo - conclude - che anche il nostro paese possa adeguarsi presto all'Europa dei diritti, lasciando perdere una volta per tutte l'Europa delle banche".

Tags:
bagnascomatrimoni gay

i più visti




casa, immobiliare
motori
Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes

Prende il via da Cagliari il raoadshow ELECTRIQA firmato Mercedes


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.