A- A+
Cronache

La squadra mobile della questura di Napoli ha arrestato, in collaborazione con personale del servizio centrale operativo, il boss Antonio Mennetta, che e' capo del gruppo della Vanella Grassi, una delle due cosche coinvolte nella faida di Scampia. Il pregiudicato e' stato rintracciato in una villetta nelle vicinanze di Scafati, nel salernitano. Mennetta era ricercato da circa un anno. Secondo dichiarazioni di pentiti ed elementi investigativi, e' stato lui a scatenare il contrasto per il controllo delle piazze di spaccio dell'area nord della citta', volendo allargare il giro d'affari del suo gruppo, passando con disinvoltura da una alleanza all'altra con altre fazioni di camorra.

Mennetta, 28 anni, era ricercato da settembre scorso; il 23 luglio era stato arrestato, ma scarcerato due giorni dopo. E' stato trovato in una villa controllata da sistemi di videosorveglianza. Al vaglio degli inquirenti la posizione di altre due persone che erano con lui, entrambe con precedenti. A novembre la sua foto, insieme a quella di altri quattro capi di gruppi che si confrontano nella faida, era stata diffusa dalle forze dell'ordine per cercare l'aiuto dei cittadini nel rintracciare i ricercati. Di questi cinque, finora, erano stati arrestati gia' due capo clan.

I due pregiudicati che erano con Mennetta rischiano l'accusa di favoreggiamento. Il boss si e' visto invece notificare una misura cautelare per omicidio e associazione a delinquere di stampo mafioso. Antonio Mennetta e' in questura per gli adempimenti di rito prima di essere portato in carcere. Era stato arrestato a luglio, quando aveva interrotto la latitanza per vedere il figlio, ma i giudici lo avevano scarcerato due giorni dopo perche' non ravvisavano negli indizi raccolti a suo carico elementi sufficienti per ritenerlo a capo della fazione che in quel momento stava iniziando una scalata violenta per il controllo delle piazze di spaccio della droga. 

ALTRE 2 PERSONE ARRESTATE CON BOSS MENNETTA  - Sono state arrestate le due persone che erano in compagnia del boss Antonio Mennetta al momento del suo arresto. Sono Antonio e Alberto De Vita, padre e figlio, di 52 e 24 anni, napoletani residenti in via delle Dolomiti, Il primo ha precedenti per omicidio, tentato omicidio ed armi, mentre il giovane ha solo una denuncia per giochi non consentiti in un esercizio commerciale. Il capoclan ventottenne dei Girati, Antonio Mennetta, e' uscito sorridente dalla questura. Indossava una tuta, leggera, di colore marrone chiaro,e e scarpe di ginnastica. Appena dietro di lui, e pochi secondi dopo, sono usciti i De Vita: Alberto indossava un cappellino con visiera che gli copriva in parte il volto

Tags:
bossarrestatoantonio mennetta

i più visti




casa, immobiliare
motori
Tre smart EQ in dotazione alla Polizia Locale di Genova

Tre smart EQ in dotazione alla Polizia Locale di Genova


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.