A- A+
Cronache

 
 

twitter

Ha "osato" offendere il sovrano del suo Paese con un cinguettio sul social network più famoso. Per questo è finito in manette. Un tribunale del Kuwait ha condannato un uomo a due anni di reclusione. La sentenza è stata pubblicata dal quotidiano Alaan on-line. Protagonista della vicenda l’attivista Rashid Saleh al-Anzi, che ha scritto il tweet lo scorso ottobre.

Denunciava come venisse "pugnalato qualsiasi diritto" a causa dei poteri dell’emiro sceicco Sabah al-Ahmad al-Sabah, che da tempo detta una linea molto restrittiva nei confronti delle libertà digitali dei cittadini. Già lo scorso giugno un uomo è stato condannato a 10 anni di carcere per "aver messo in pericolo la sicurezza dello stato" insultando il profeta Maometto e i governanti musulmani sunniti di Arabia Saudita e Bahrain, sempre attraverso i social media. 

Tags:
carceretweettribunalecondanna

i più visti




casa, immobiliare
motori
Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri

Stellantis: tornano gli incentivi statali per i veicoli commerciali leggeri


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.