A- A+
Cronache
specialhamburger 8

Le tracce di Dna di cavallo presenti in hamburger messi in vendita in alcune grandi catene britanniche potrebbe provenire dagli additivi aggiunti al prodotto piuttosto che da carne fresca. Si tratterebbe di polveri ad alto contenuto proteico aggiunte al macinato. Questa ipotesi è avanzata dal quotidiano Guardian che cita fonti interne alla Tesco, la catena in cui il caso è stato registrato ai livelli più inquietanti (con una percentuale del 29% di presenza di Dna equino).

Negli hamburger in vendita nei supermercati Tesco la presenza di carne fresca è limitata al 63% mentre il 37% viene da altri elementi. Un altro quotidiano britannico, The Independent, mette in evidenza invece che casi simili potrebbero ripresentarsi considerati i tagli nel settore degli 'analisti' incaricati di sovrintedere alle qualità dei cibi messi sul mercato dalle grandi catene di distribuzione.

Dal 2000 a oggi i laboratori specializzati, nota il quotidiano, sono scesi da 31 a 17. Tracce di dna equino sono state rinvenute negli hamburger di manzo in vendita in quattro delle principali catene di supermercati britannici, Aldi, Iceland, Lidl e Tesco. In nove su dieci campioni di esaminati tra le carni in vendita nelle quattro catene, le tracce di dna di cavallo sono state rilevate a livello molto basso ma in un esempio (relativo a Tesco) la componente equina arriva sino al 29%. Registrata anche la presenza di dna suino ma in questo caso, fa notare l'Authority, non c'è molto da stupirsi considerato che le carni bovine e suine vengono lavorate negli stessi stabilimenti.

Tags:
carnecavallohamburger

i più visti




casa, immobiliare
motori
Mercedes: il futuro è completamente elettrico

Mercedes: il futuro è completamente elettrico


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.