A- A+
Cronache

 

pillo lp ape

Alcune pillole moltiplicano di 6 volte il rischio trombosi. Sotto accusa le pillole di terza e quarta generazione. L’assicurazione medica svizzera CSS chiede centinaia di migliaia di franchi alla Bayer che fabbrica la famosa pillola Yasmine.

Il medinale contraccettivo è sotto accusa per le presunte vittime di trombosi. In attesa dell’epilogo giuridico della vicenda, più di una dozzina di denunce sono state presentate dalle pazienti. La raccomandazione è quella di telefonare al medico in caso di presenza di segnali che facciano pensare a una trombosi.

I segnali più importanti sono: dolore alla coscia o al polpaccio, rigonfiamento, sensazione di calore nella parte inferiore della gamba, dolore forte al seno associato a difficoltà respiratorie. Ma anche tosse secca e una colorazione bluastra sulle labbra.

Ma quali sono i metodi contraccettivi alternativi alla pillola? “Una contraccezione ormonale extra uterina, -spiega il dottor Olivier Julen- l’impianto viene inserito sotto pelle e diffonde progesterone, poi ci sono dispositivi intra uterini, oppure si può pensare a un’iniezione trimestrale”.

Poi ci sono i metodi non ormonali che però non servono a proteggersi dalle malattie sessualmente trasmissibili. Ci sono anche i metodi naturali. Però il rischio di rimanere incinta è più elevato. Sono raccomandati per le donne adulte.

La pillola di terza e quarta generazione non smette di far parlare di sé. Il ministro francese della sanità metterà fine al rimborso per chi ne fa uso. Intanto si moltiplicano le testimonianze di donne che hanno avuto problemi dopo l’assunzione della pillola. Mèliane, Yasmine, Yaz, e altre sono accusate di aumentare sensibilmente il rischio di trombi. In genere ogni anno sono vittima di trombosi 3 o 4 donne: “Secondo gli ultimi studi, spiega il Dottor Olivier Julen, la pillola fa aumetare il rischio”.

Tags:
yasminebayerpillolatrombosi

i più visti




casa, immobiliare
motori
BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green

BMW prosegue lo sviluppo delle auto che restituiscono energia green


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.