A- A+
Cronache
ragazzina450

Non riesce più a staccarsi dai video pornografici che si trovano su internet. Per questo un Mark Sevier, un avvocato americano del Tennessee, ha deciso di fare causa ad Apple. La colpa del gigante della tecnologia? Non aver impedito la visualizzazione di immagini scabrose. "Non hanno predisposto nessun filtro e nessun avviso sui possibili danni causati da quei video. Per colpa loro sono diventato schiavo del sesso. Apple ha rovinato il mio matrimonio". Punta a un maxi risarcimento da dare poi in beneficienza... 

Sevier sostiene che l’azienda deve preoccuparsi del “benessere dei bambini americani, perseguendo i valori americani”, e la ritiene corresponsabile della scoperta della pornografia on-line e della sua successiva dipendenza. Il problema sarebbe cominciato quando Sevier ha cercato “Facebook” digitando il nome in modo errato su un motore di ricerca, finendo per essere catapultato in un sito porno. "Apple avrebbe dovuto bloccare automaticamente l’accesso", afferma l'avvocato, avvisando del possibile pericolo e della necessità della maggiore età.

Apple risponde però che in OS X ha integrato dei controlli censura, un meccanismo che, mediante semplici impostazioni nelle preferenze Controlli Censura, permette di gestire, monitorare e controllare il tempo in che modo i figli passano il tempo sul computer, i siti web che visitano e le persone con cui effettuano chat.

Sevier, tra l'altro, non può più praticare la professione da avvocato sin dal 2011, quando la Corte Suprema del Tennessee ha decretato il suo "disturbo mentale". L'uomo è stato anche arrestato lo scorso mese con l’accusa di stalking verso John Rich, un cantante country statunitense.

Tags:
pornoappleweb
in evidenza
Wanda Nara, perizoma e bikini Lady Icardi è la regina dell'estate

Foto mozzafiato della soubrette

Wanda Nara, perizoma e bikini
Lady Icardi è la regina dell'estate

i più visti
in vetrina
Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena

Meteo agosto: fresco al Nord, Africa al Sud. E a Ferragosto colpo di scena





casa, immobiliare
motori
BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3

BMW 320e Touring, la piccola ibrida plug-in della Serie 3


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.