A- A+
Cronache
Sciopero della fame a sostegno del divorzio breve

Continua l'iniziativa non violenta della LID - Lega Italiana Divorzio breve - lanciata dal segretario Diego Sabatinelli per ottenere in Italia il divorzio breve: "Ieri abbiamo iniziato in 1400 lo sciopero della fame per il divorzio breve, oggi siamo già a 1700 adesioni. Alcuni di noi continuano ad oltranza astenendosi dal cibo affinché il Senato della Repubblica italiana approvi la riforma. Tra i firmatari voglio ricordare le senatrici Rosanna Filippin e Magda Angela Zanoni, i senatori Enrico Cappelletti, Lucio Barani, Sergio lo Giudice, la segretaria di Radicali Italiani Rita Bernardini e gli avvocati matrimonialisti Anna Maria Bernardini de Pace e Gian Ettore Gassani dell'AMI insieme a molti altri che si stanno unendo in queste ore. Ieri si è riunita la commissione Bilancio che si è conclusa nuovamente con un nulla di fatto. L'esame del disegno di legge e dei relativi emendamenti è al penultimo dell'o.d.g. di oggi: non lasceremo che il divorzio breve abbia anche in questa legislatura lo stesso destino della scorsa quando la discussione alla Camera venne insabbiata completamente".

Tags:
divorzio breve
in evidenza
Non solo caldo africano... Attenti ai temporali violenti

Meteo, eventi estremi

Non solo caldo africano...
Attenti ai temporali violenti

i più visti
in vetrina
Berkshire Hathaway HomeServices, al via accordo con Roma Immobiliare

Berkshire Hathaway HomeServices, al via accordo con Roma Immobiliare





casa, immobiliare
motori
WRC, Rovanperä domina al Rally Safari

WRC, Rovanperä domina al Rally Safari


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.