A- A+
Cronache

 

alcolici

Chi ha la drunkoressia non mangia. Ma beve alcolici. E' una forma di anoressia perchè chi ha questa patologia è convinto di poter dimagrire facilmente non assumento cibo. Sono soprattutto le ragazzine a soffrire di drunkoressia.

Marida Lombardo Pijola racconta su Il Messaggero la storia delle 17 ragazze ricoverate nel Palazzo Francisci di Todi, dove combattono contro questo male che le ha colte in tenerissima età. Hanno tra i 12 e i 17 anni e non accettano il loro corpo. Sono diventate e sono schiave dell‘alcol. Ma sono troppe le ragazze che cadono in questa follia, digiunando per poi assumere dall’alcol le calorie necessarie a sopravvivere.

Laura Della Ragione, referente del ministero per i disturbi alimentari, fondatrice e direttrice del primo centro pubblico per la cura di queste ragazze, dice al Messaggero: “Stando agli studi che abbiamo fatto assieme al Ministero della Salute, i drunkoressici sono già 300.000, in prevalenza tra i 14 e i 17 anni, l’80 per cento ragazzine; ma il numero è in continuo aumento, e in dieci anni non ci sarà più nemmeno prevalenza di genere”.

“Non so se ho cominciato prima a dimagrire o a bere.-racconta una ragazzina-. A un certo punto c’ero dentro fino al collo. Ho avuto paura di morire”. Cracker, farmaci, ghiaccioli i “pasti” consentiti dalla malattia, lassativi e diuretici quegli “aiuti” indispensabile per raggiungere il sottopeso agognato. E poi l’alcol, che fa passare la fame e intorpidisce sensi e coscienza.

Tags:
anoressiadrunkoressiadigiunoalcol

i più visti




casa, immobiliare
motori
Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio

Ford ed Herme testano i veicoli a guida autonoma per le consegne a domicilio


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.